Milan, il centrocampo perde i pezzi: si punta al prestito di Diawara

Amadou Diawara, ex vice Jorginho con Maurizio Sarri, nel Napoli di Carlo Ancelotti non gioca mai: il Milan valuta come muoversi per vestirlo di rossonero

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Prima Lucas Biglia (lesione del gemello mediale del polpaccio destro), poi Giacomo ‘Jack’ Bonaventura (il quale, molto probabilmente, dovrà operarsi e mettere pressoché fine alla sua stagione): il Milan, come ricordato dall’edizione odierna del quotidiano ‘Tuttosport’, in mezzo al campo perde i pezzi.

Durante il prossimo mese di gennaio, dunque, sarà fondamentale per il club rossonero tornare sul mercato per rimpolpare un organico ormai ridotto praticamente all’osso. Leonardo, responsabile dell’area tecnico-sportiva della società di Via Aldo Rossi, ha già preso Lucas Paquetá, astro nascente del calcio brasiliano, per 35 milioni di euro dal Flamengo. Il numero 11 del ‘Mengão’, però, è giovane, non conosce il calcio europeo ed occupa una porzione di campo più avanzata.

Comunque vada, Paquetá non potrà bastare a questo Milan, giacché Gennaro Gattuso ha dimostrato, in questi mesi, di non fidarsi molto delle seconde linee del centrocampo (Andrea Bertolacci, José Mauri, Riccardo Montolivo), per altro tutte in scadenza di contratto il 30 giugno 2019. Rinforzi in zona, dunque, sono necessari. I rossoneri, secondo ‘Tuttosport’, sognerebbero Leandro Paredes, argentino classe 1994 dello Zenit, ma costa molto (30 milioni di euro) e, al momento, il club di San Pietroburgo, primo in classifica nella Russian Premier League, non prenderebbe in considerazione una sua partenza.

Tra i tanti profili sul taccuino di Leonardo, dunque, oltre a quello di Aaron Ramsey, in scadenza di contratto con l’Arsenal, sarebbe spuntato, da qualche giorno, anche quello di Amadou Diawara, centrocampista della Guinea classe 1997, che al Napoli gioca davvero molto poco con Carlo Ancelotti (345’ in quest’edizione della Serie A, sparsi in 6 presenze totali). Da vice Jorginho con Maurizio Sarri a terza scelta azzurra: Diawara, tutto questo, non lo accetta e starebbe prendendo in esame di andare via da Napoli.

‘Tuttosport’ ha spiegato come la sorella-agente si sia affidato ad un consulente inglese per trovare acquirenti in Premier League, ma Aurelio De Laurentiis, Presidente del club campano, sotto i 50 milioni di euro non inizierebbe neanche a trattare. Per il Milan, naturalmente, quella cifra sarebbe fuori mercato, anche perché la società di Via Aldo Rossi dovrà sottostare ai parametri del Fair Play Finanziario (FFP) della UEFA (clicca qui per gli scenari possibili a Nyon), ma i rossoneri confidano nella volontà del ragazzo di giocare ed in quella del Napoli di non svalutare un capitale.

Con l’amico Ancelotti, magari, a dare una mano al suo vecchio, malandato Milan: l’affare Diawara, dunque, potrebbe andare in porto con la formula del prestito di 6 o 18 mesi con diritto di riscatto ad una cifra ritenuta congrua da entrambe le società.

E SE IL DIAVOLO, AL CONTRARIO, PUNTASSE SU UNA SCOMMESSA ‘MADE IN ITALY’? PER I DETTAGLI, CONTINUA A LEGGERE >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy