Milan, sogno Paredes. Ma lo Zenit fa resistenza …

Milan, sogno Paredes. Ma lo Zenit fa resistenza …

Leandro Paredes, ex Roma, è il nome in cima alla lista del club di Via Aldo Rossi per sostituire Lucas Biglia. I russi, però, non mollano l’argentino

di Daniele Triolo, @danieletriolo

A gennaio, il Milan, necessariamente, dovrà intervenire sul mercato per ovviare ai lunghi infortuni che rischiano di mettere fuori causa per l’intera stagione tanto Lucas Biglia quanto Giacomo ‘Jack’ Bonaventura.

Arriverà, per 35 milioni di euro dal Flamengo, il 21enne brasiliano Lucas Paquetá, ma, il giocatore, talentuoso e molto promettente, dovrà comunque superare un periodo di adattamento al nostro calcio e sarà difficile che possa risultare decisivo sin dai suoi primi passi in rossonero.

Un problema, questo, che potrebbe non avere invece Leandro Paredes, classe 1994, ex Empoli e Roma, in forza dall’estate 2017 allo Zenit, club della Russian Premier League. Sarebbe lui, secondo l’edizione odierna di ‘Tuttosport’, il giocatore prediletto da Leonardo, responsabile dell’area tecnico-sportiva del Milan, per rilevare Biglia in cabina di regia, ma l’operazione presenterebbe più di qualche ostacolo.

Il principale è rappresentato dall’elevato costo del giocatore: lo Zenit, infatti, non vorrebbe cederlo per meno di 30 milioni di euro. Cifra, questa, che il Diavolo non potrebbe forse permettersi già a gennaio per via dei paletti dei Fair Play Finanziario della UEFA ai quali dovrà sottostare. A meno che non si concretizzi, magari, una cessione importante.

Quindi, ha concluso ‘Tuttosport’, bisogna anche considerare come lo Zenit, primo in classifica nel proprio campionato, a +5 sul Krasnodar, faccia resistenza sulla cessione di uno dei suoi gioielli a stagione in corso.

SU CHI ALTRO, DUNQUE, POTREBBE ANDARE IL MILAN? SCOPRILO IN QUESTO VIDEO. CONTINUA A LEGGERE >>>

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy