Bacca non si scusa con Montella. Un gol per la pace?

Bacca non si scusa con Montella. Un gol per la pace?

Ieri Bacca e Montella si sono ritrovati a Milanello. Il colombiano non si è scusato e il rapporto tra i due resta congelato. Servirà un gol per far pace?

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

Spesso è il tempo la migliore medicina. Non sempre, però, riesce a portare a una guarigione completa e sposta solo il problema più avanti. Ebbene, scrive il Corriere dello Sport, dopo più di due giorni dal cambio con annessa reazione stizzita di Carlos Bacca, ieri il colombiano ha ritrovato il suo allenatore. Si ipotizzava un chiarimento tra i due, ma Bacca si è comportato come se nulla fosse successo. Ovviamente Vincenzo Montella non è andato a cercarlo, visto che riteneva il confronto immotivato. Di certo, comunque, il comportamento del Peluca non è stato gradito, visto che in quel momento ha messo sè stesso davanti al gruppo. Voleva segnare a tutti i costi e avrebbe voluto sfruttare anche gli ultimi minuti a disposizione. Un attaccante vive per il gol, ma non si possono raggiungere questi picchi di egoismo, anche perché il colombiano è anche recidivo. Circa un mese e mezzo fa, a causa di qualche lamentela in allenamento, era finito in panchina contro la Sampdoria. Poi è entrato e ha realizzato il gol della vittoria. Potrebbe succedere la stessa cosa anche stavolta, con Gianluca Lapadula che scalpita per giocare contro il Palermo. Se così fosse, ovviamente, non si parlerebbe di punizione.

Per capire se quella che sta andando in scena sia una tregua temporanea o una vera e propria pace bisognerà attendere gennaio. Non si può escludere, infatti, che Bacca finisca nuovamente sul mercato come in estate. Possibile anche che sia lui a chiedere la cessione. Molto dipenderà dalle offerte che arriveranno, al Milan e al procuratore del colombiano. Sergio Barila, agente di Bacca, pensa soprattutto ad Atletico Madrid e Paris Saint-Germain. Se dovesse partire Bacca, comunque, a Milanello nessuno si dispererebbe. Le soluzioni si possono trovare anche internamente e una cessione porterebbe comunque almeno 30 milioni. Soldi che potrebbero anche essere usati per rinforzare gli altri reparti. Se invece si dovesse decidere di acquistare un sostituto di ruolo i nomi possibili sono sempre i soliti: Leonardo Pavoletti e Simone Zaza. A proposito del mercato di gennaio, oltre alle richieste di Montella (Mateo Musacchio e Milan Badelj su tutti), rimbalzano altre indiscrezioni. Una di queste riguarda Riechedly Bazoer, giovane centrocampista dell’Ajax. A rivelare i diversi contatti con Rocco Maiorino è stato il procuratore del calciatore. Bisognerà vedere se anche il nuovo staff composto da Massimiliano Mirabelli e Marco Fassone confermerà l’interesse. Ipotesi tutt’altro che da scartare, visto che ai tempi dell’Inter proprio Mirabelli lo aveva consigliato ai nerazzurri.

Proprio Mirabelli, con Fassone che è volato in Cina, ieri si trovava allo Juventus Stadium per assistere al match di Champions League tra bianconeri e Lione. Nel mirino del futuro direttore sportivo del Milan c’erano Nabil Fekir, Corentin Tolisso e Maxime Gonalons. Per ora nessun contatto, solo scouting. Prossima tappa Roma-Bologna.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Bacca o Lapadula: il dubbio di Montella

Bellinazzo: “Galliani? Il suo futuro è in Lega Calcio”

Dall’Argentina: Milan, nome nuovo per l’attacco

Milan, adesso San Siro è un fortino

Dall’Inghilterra: le ultime su Ivanovic e Fabregas

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy