Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

ATALANTA-MILAN

Atalanta-Milan 2-3: “Milan vicino alla perfezione” | Serie A News

I giocatori del Diavolo salutano i propri tifosi dopo Atalanta-Milan 2-3 (Serie A 2021-2022) | News (Getty Images)

Atalanta-Milan 2-3 al 'Gewiss Stadium': altro colpo esterno per il Diavolo di Stefano Pioli, che resta in scia del Napoli capolista del torneo

Daniele Triolo

Il 'Corriere della Sera' oggi in edicola ha analizzato Atalanta-Milan, partita della 7^ giornata della Serie A 2021-2022, terminata 2-3 per i rossoneri al 'Gewiss Stadium' di Bergamo. Secondo il quotidiano generalista, il Milan ha annichilito l'Atalanta in una gara fatta di tante cose buone. Come, ad esempio, la personalità, il gioco verticale, la capacità di non perdere equilibrio nei momenti difficili.

Il Milan ha sbloccato subito il match contro l'Atalanta grazie ad un gol, dopo appena 28 secondi di gioco, di Davide Calabria. Uno schema, quello che ha coinvolto anche l'altro terzino rossonero, Theo Hernández, provato in allenamento a Milanello. Ma il Diavolo, secondo il 'CorSera', è stato convincente in tutte le zone del campo e ha evidenziato, oltre ad un gioco ottimo e collaudato, anche la crescita di tanti singoli.

Mike Maignan, con tre parate formidabili nel primo tempo, ha scacciato il fantasma di Gianluigi Donnarumma. A metà campo Sandro Tonali è sempre più sicuro e padrone del ruolo, con Franck Kessié che, con una bella prestazione, ha allontanato le voci di chi dice sia distratto dalle questioni contrattuali. Ma non solo. Perché Theo ha ispirato la prima e la terza rete, Rafael Leão ora segna spesso. E Brahim Díaz è sempre più nel vivo del gioco rossonero.

L'Atalanta, con due gol nel finale, si è svegliata troppo tardi: il Milan le ha dato una severa lezione. Il 'Corriere della Sera' ha evidenziato, inoltre, come i rossoneri arrivino alla sosta di ottobre del campionato con 19 punti. Soltanto un'altra volta, nell'era dei 3 punti a vittoria (stagione 1994-1995), il Milan era partito così bene, nell'annata 2003-2004, coincisa con lo Scudetto. Sicuramente un bel segnale.

Se si considera, poi, che dopo la sosta il Milan riavrà a disposizione anche le sue prime punte, Zlatan Ibrahimovic ed Olivier Giroud, allora sì che il discorso per il titolo potrà farsi davvero interessante. Milan, assalto di Maldini e Massara ad un bomber di prima qualità >>>

tutte le notizie di