Alla scoperta di Montella: idee di gioco e nuovo Milan

Montella gioca un calcio bello e offensivo. Con il Milan attuale potrebbe puntare su un 4-2-3-1, ma il mercato è ancora lungo e molto può cambiare.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi
Vincenzo Montella Sampdoria

Alla fine sarà Vincenzo Montella l’allenatore del Milan. Il passaggio in rossonero del tecnico della Sampdoria dovrebbe concretizzarsi nelle prossime ore. Montella ha la caratteristica di essere un allenatore offensivo, voglioso di imporre il proprio gioco e di far giocare bene la squadra. Non gli interessa molto chi siano gli interpreti, scrive La Gazzetta dello Sport, ma vuole che la squadra, nel suo insieme, sia piacevole da veder giocare. Lavorerà molto sul possesso palla e sul palleggio, ma servirà tempo prima di arrivare a un risultato, vista anche l’attuale rosa del Milan.

A proposito di rosa, con gli attuali giocatori Montella potrebbe optare (visti i suoi precedenti) per due sistemi di gioco: 4-2-3-1 o 4-3-3, con il primo più probabile. Disegnando una possibile formazione ci si rende subito conto che difficilmente questo sarà il Milan che inizierà il campionato: il mercato è lungo e arriveranno rinforzi, così come alcuni giocatori potrebbero partire. Ma ragionando sull’attuale rosa, al momento, la formazione potrebbe essere la seguente: ovviamente Gianluigi Donnarumma tra i pali; difesa a quattro con Ignazio Abate da un lato e uno tra Luca Antonelli e Mattia De Sciglio dall’altro; al centro sicuro di un posto resta Alessio Romagnoli, ma al suo fianco ecco il primo buco: servirà un centrale di livello, ma al momento giocherebbe Cristian Zapata. Romagnoli è un tassello fondamentale, visto che Montella impostare il gioco da dietro. I due centrocampisti saranno Juraj Kucka e Riccardo Montolivo (che sarà il secondo tassello da cui passerà la palla); sulla trequarti a sinistra sicuramente ci sarà Giacomo Bonaventura, a destra al momento giocherebbe Keisuke Honda, ma non è da escludere un eventuale arrivo di Marko Pjaca; al centro il Milan è totalmente scoperto e dunque arriverà certamente qualcuno: Franco Vazquez e Riccardo Saponara sono i nomi più probabili. Davanti uno tra Carlos Bacca (se non dovesse partire) e Gianluca Lapadula.

Cambia poco con il 4-3-3, se non che scompare il trequartista centrale, Honda e Bonaventura si alzano leggermente e c’è l’inserimento di una nuova mezz’ala (probabilmente Bertolacci). Questo modulo potrebbe trasformarsi in un 4-3-1-2 con “Jack” dietro una coppia di punte (Bacca-Lapadula o Lapadula con un nuovo acquisto). Un problema per Montella sarà il tempo a disposizione: è vero che c’è un’estate davanti, ma probabilmente, come detto, il vero Milan sarà costruito solo alla fine. Perciò dovrà provare a fare tutto in fretta.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Milan, crescono vertiginosamente le quotazioni di Montella

Retroscena Brocchi: questi i motivi del suo dietrofront

Calciomercato – Attacco, il Milan torna su Zaza

Panchina Milan, Berlusconi pensa a Capello

Cessione Milan, esisterebbe un’altra offerta per l’acquisto di quote del club

SEGUICI:

Su Facebook

Su Twitter

Sulla nostra nuova ‘App’

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy