Al Prater il Milan scopre Calhanoglu: “Geniale”

Al Prater il Milan scopre Calhanoglu: “Geniale”

La Gazzetta dello Sport analizza il 5-1 di Vienna e la partita del neo-milanista Calhanoglu, promosso a pieni voti

di Redazione

Eccolo, finalmente. Dopo qualche uscita in chiaroscuro che aveva già fatto storcere il naso ai tifosi più critici, Hakan Calhanoglu è tornato a rispondere presente. Il turco lo ha fatto con una prova maiuscola in Europa League, segnando un gol e fornendo due assist ai compagni nel 5-1 di Vienna.

A promuoverlo è anche la Gazzetta dello Sport. Nel nuovo 3-5-2, varato ieri da Montella con sei dei nuovi acquisti, ognuno è collocato al suo posto e il tecnico può scegliere non chi sta meglio, ma chi può stare meglio in uno spartito definito. È un possibile dogma, non la panacea di tutti i mali, però è in grado di aiutare quel pensiero unico che il tecnico ha invocato, si legge sulla rosea.

Andando nello specifico della prestazione di Calhanoglu: chiaramente una verifica dovrà essere fatta conto avversari meno malleabili, ma stavolta – scrive la Gazzetta, definendolo nel titolo ‘Geniale’ – ‘il possesso palla è parso meno masticato, per quel poco che è servito ci sono state maggiore rapidità, di gambe e di pensiero, in transizione difensiva e minore presunzione nei duelli a tutto campo. Calhanoglu può spargere la qualità del suo calcio anche da mezzala: pare disposto a garantire un minimo sindacale di sacrificio, ma in fase offensiva è abbastanza libero di andarsi a cercare momenti da aspirante trequartista, e dunque gli spazi che preferisce’.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Pagelle Austria Vienna-Milan: analisi, giudizi, Top e Flop della gara

Calhanoglu: “Abbiamo giocato da squadra vera”

Montella: “Calhanoglu ha talento..”

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy