Ag. Keita: “Il Milan è il Milan, ma vogliamo capire il progetto”

Ag. Keita: “Il Milan è il Milan, ma vogliamo capire il progetto”

L’agente di Keita ha confermato ancora una volta che la Lazio ha trovato l’accordo con i rossoneri, ma che a frenare tutto è proprio il giocatore.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

Il futuro di Keita è sempre in bilico. Il contratto con la Lazio è in scadenza tra un anno, il rinnovo non sembra essere un’ipotesi contemplabile e la cessione appare quasi certa. Resta da capire quale sarà il club che riuscirà ad aggiudicarselo. In pole ci sono, da diverse settimane, Milan e Juventus. I rossoneri sono in vantaggio nei rapporti con il club, mentre i bianconeri sembra lo siano con il giocatore.

Intervistato dal Corriere dello Sport, l’agente dell’ala, Roberto Calenda, ha rilasciato alcune dichiarazioni in cui conferma ancora una volta che tra Milan e Lazio è tutto fatto, ma a frenare il buon esisto della trattativa è proprio il ragazzo, che vuole capire meglio il progetto milanista: “Non siamo assolutamente d’accordo con la Juve. Si vogliono a tutti i costi addossare colpe a un giocatore, guarda casa a un anno dalla scadenza del contratto. Noi siamo stati chiari, la Lazio invece no. Keita è da tempo sul mercato, ma non ci hanno mai comunicato offerte formulata da altri club. Non c’è mai stata un’offerta di rinnovo in questi due anni. Solo nell’ultima settimana un tentativo goffo di trattare. Ci hanno comunicato di avere raggiunto un accordo con il Milan, ne abbiamo preso atto. Il Milan è sempre il Milan, parliamo di uno dei club più titolati al mondo, ma vogliamo capire al momento qual è l’entità del loro progetto”.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Calciomercato – Keita, scende a 3.00 la quota della Juventus

PM – Milan, non solo Biglia: Mirabelli tenta l’affondo per Keita

Lazio, Curva Nord contro Keita: “Ha rifiutato il Milan per capricci dorati…”

SEGUICI SU: Facebook ///Twitter ///Instagram /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy