Raducioiu: “Piatek futuro del Milan: un mix tra Inzaghi e Shevchenko”

Raducioiu: “Piatek futuro del Milan: un mix tra Inzaghi e Shevchenko”

Florin Valeriu Raducioiu, ex attaccante del Milan, ha parlato ai microfoni di ‘Milan TV’ prima del match di ‘San Siro’ contro il Frosinone

di Daniele Triolo, @danieletriolo

ULTIME MILANFlorin Valeriu Raducioiu, ex attaccante del Milan, ha parlato ai microfoni di ‘Milan TV‘ prima del match di ‘San Siro‘ contro il Frosinone. Queste le dichiarazioni di Raducioiu:

Sulla gara di oggi: “Partita importantissima, è fondamentale vincere a tutti i costi e poi dare un’occhiata a quello che farà l’Atalanta. Quindi, spero davvero di vedere una vittoria, non mi interessa più di tanto il gioco: è importante vincere”.

Su quanto conta tornare in Champions: “Moltissimo, da tanti punti di vista. Economico, del blasone. Questa squadra è sempre stata abituata a vincere le Champions League. Dopo anni di assenza, è importante tornarci. Le cose si sono complicate con gli anni, tante vicissitudini. Oggi bisogna vincere ed aspettare le altre. Purtroppo, come ha detto Gennaro Gattuso, non siamo padroni del nostro destino. Ma di imprese nel calcio se ne sono viste. Vedi il Tottenham. Perché anche il Milan non può farlo? Un po’ mi dispiace questa situazione: mesi fa sembrava che il Milan non avesse problemi a qualificarsi per la Champions League, ma siamo ancora in gioco”.

Su Krzysztof Piatek: “Una flessione può capitare. Ma è un attaccante fantastico. E’ il futuro del Milan, ha investito molto in questo ragazzo, è un mix tra Filippo Inzaghi e Andriy Shevchenko: stasera potrebbe sbloccarsi contro un Frosinone che non credo verrà qui a dare il 100%. Credo che tutto ‘San Siro’ si aspetti un gol da Piatek, anche per riacquistare un po’ di fiducia. Mi piace molto, farà parte del Milan del futuro”.

Sui giocatori all’ultima gara interna con il Milan: “Per alcuni sarà l’ultima partita a ‘San Siro’. Sarà emozionante per giocatori che hanno fatto abbastanza bene. Il futuro di questi giocatori dipende dalla società: quello che conta, però, oggi è la vittoria del Milan. Problemi disciplinari, cose che non mi sono piaciute, vedi le vicende di Franck Kessie e Tiemoue Bakayoko, la maglia di Francesco Acerbi, cose non da Milan. Ma il mister le ha risolte nel miglior modo possibile”. Per le dichiarazioni pre-partita di Diego Laxalt, continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy