Radio 105, Cutrone: “Sono in fase di guarigione. Higuain? Mi aiuta molto”

Radio 105, Cutrone: “Sono in fase di guarigione. Higuain? Mi aiuta molto”

Ospite nel salotto di Max Brigante a Radio 105 l’attaccante del Milan Patrick Cutrone ha parlato del momento dei rossoneri e del suo infortunio

di Alessio Roccio, @Roccio92

Ospite nel salotto di Max Brigante a ‘105 Mi Casa’, la trasmissione di Radio 105 tutte le sere dalle 20 alle 21, l’attaccante del Milan Patrick Cutrone ha parlato del momento dei rossoneri e del suo infortunio alla caviglia, che lo ha impedito di scendere in campo nelle ultime 3 partite.

Sull’infortunio alla caviglia: “Sono in fase di guarigione. Quando non gioco non vado giù di morale ma mi innervosisco (ride ndr)”.

Quando hai pensato di farcela? “Giocare al Milan è ancora un sogno, ancora devo rendermene conto. Ci ho sempre creduto fin da piccolo, allenarsi da quando ho 8 anni col Milan serve tanto. Ho capito che potevo farcela ad arrivare in prima squadra quando con Montella nella tournée in Cina ho segnato contro il Bayern Monaco”.

Come si fa a fare tanti gol? “Devi avere fame e grinta davanti alla porta. Ci penso la notte prima se faccio gol e lo immagino, ma è tutta questione di mentalità. Ho sempre pensato a fare il calciatore, ma anche a studiare grazie al supporto dei miei genitori”.

Sull’acquisto di Higuain da parte del Milan: “Sappiamo tutti che fenomeno che è. Essendo giovane mi aiuta molto e cercherò di rubargli qualche trucco. Sta nascendo un bel rapporto, nelle partitelle c’è tanta competitività”.

Che effetto fa vedere Maldini e Gattuso, tuoi idoli rossoneri: “Sappiamo tutti cosa hanno fatto nella loro carriera. E’ ovviamente un onore vedere a Milanello il capitano ed essere allenato da Rino. Maldini? La prima volta non ero sereno, ora invece sono tranquillo, ci parlo spesso e mi dà molti consigli”.

Sulla musica: “Mi piace molto X-Factor, sono un grande fan di Nigiotti. Lo scorso anno sono andato a vedere la finale. Oggi ascolto molto ‘New York’ dei The Giornalisti, ma anche ‘Believer’ degli Imagine Dragons”.

Difensore che ti ha colpito di più: “Al momento non saprei, però direi i miei difensori (ride ndr). In partitella c’è sempre tanto agonismo, non voglio mai perdere”.

Cosa sogni per la tua vita: “Sogni ne ho tantissimi, che voglio realizzare soprattutto nel calcio. Penso al presente, allenandomi partita per partita. Con 10 gol all’anno sto tranquillo? Se ne possono fare di più (ride ndr)”.

C’è un dj in squadra: “Di solito la musica la mette Calhanoglu. Musica preferita? Mi piace quella rap o quella italiana come i The Giornalisti, ma mi carico anche con la House”.

CLICCA QUI PER LE NOSTRE PAGELLE DI MILAN-ATALANTA

++ Guarda Gratis per un mese DAZN!! CLICCA QUI ++

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy