PM – Zenga: “Sono interista, i fischi me li aspettavo e fanno piacere”

PM – Zenga: “Sono interista, i fischi me li aspettavo e fanno piacere”

Queste le parole, in sala stampa, dell’allenatore del Crotone Walter Zenga al termine del match giocato dalla squadra calabrese a San Siro contro il Milan

di Edoardo Lavezzari, @Edolave

Dal nostro inviato a San Siro Edoardo Lavezzari

Walter Zenga, allenatore del Crotone, ha parlato in sala stampa al termine della sfida di San Siro tra la sua squadra e il Milan, queste le sue parole: “Nel primo tempo non abbiamo mai passato la metà campo, non perchè non lo volessimo fare, ma perchè abbiamo sbagliato troppi passaggi e questo dipende dalla qualità dei giocatori, nel secondo tempo con l’ingresso di Crociata qualcosa è cambiata. Mercato? La domanda è se prendere un attaccante o un giocatore in grado di rifornirlo di palloni. Se prendi un bomber da 20 gol e poi non gli arrivano i palloni…”.

I gol su palla inattiva: “E’ il primo che prendiamo da quando ci sono io e posso parlare solo del mio periodo. Difendiamo in maniera abbastanza singolare, teniamo qualcuno per la ripartenza. Il gol di oggi, poi, è una carambola, una casualità. Con Roma e Lazio abbiamo preso sempre gol su azione”.

Le proteste: “Se anche ci fosse qualcosa da protestare, cosa potremmo dire adesso? Il VAR? C’è un immagine mia e di Rino che ci guardiamo e non sappiamo cosa succede. Noi allenatori non possiamo guardare i replay e non sappiamo cosa succede esattamente e siamo gli unici, ma non è una critica al VAR è solo un piccolo problema che magari in futuro cambierà. Non è una critica, sono arrivato ieri, sicuramente non mi metto a polemizzare”.

I fischi del pubblico: “Sono interista, sono contento di esserlo e non mi aspettavo nulla di diverso dai tifosi. L’unica cosa, mia mamma è morta, ma i fischi vanno bene, anzi mi soddisfa ancora di più sapere di aver fatto parte di una squadra detestata dagli avversari. L’indifferenza sarebbe molto più brutta”.

La qualità della partita: “E’ difficile commentare a caldo, ho una visuale schiacciata e sono sotto stresso, valuto solo la mia squadra, per giudicare bene devo riguardarla nella notte un paio di volte, come faccio sempre”.

I complimenti di Gattuso: “Io e lui siamo stati bandiere delle loro squadre, spesso e volentieri oggi ci sono giocatori che non sanno nemmeno chi sei e questo è cambiato molto rispetto ai nostri tempi”

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Pagelle Milan-Crotone: analisi, giudizi, Top e Flop della gara

Gattuso a PS: “Grande prestazione, dopo il gol annullato calo mentale”

Gattuso a Sky: “Non vedo sicurezza. Ottima gara, ma abbiamo rischiato”

Mirabelli a PS: “Mercato? Solo qualche uscita, ma i big non si toccano”

Bonucci a Sky: “Mal di pancia? Solo chiacchiere, tv e giornali da rimpire”

Bonucci a PS: “Devo continuare così, penso solo al campo”

Milan-Crotone: rivivi le emozioni del match con la nostra diretta testuale

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APP: iOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy