PM – Gattuso: “Classifica? Non possiamo permetterci di mollare”

PM – Gattuso: “Classifica? Non possiamo permetterci di mollare”

Dopo le interviste con le televisioni, il tecnico del Milan Rino Gattuso ha commentato il risultato del derby anche in sala stampa

di Edoardo Lavezzari, @Edolave
Gennaro Gattuso, allenatore del Milan

Dal nostro inviato a San Siro Edoardo Lavezzari

Ecco le parole di Rino Gattuso, in sala stampa, al termine di Milan-Inter: “Oggi ci è andata bene, a tratti siamo stati molto fortunati, ci teniamo bello stretto questo punto. L’Inter ha giocato meglio di noi, ma la squadra a livello tattico mi è piaciuta molto, la linea difensiva si è comportata benissimo, non riuscivano a imbucare e tornavano indietro. Il problema è stato a livello qualitativo, poi loro sono stati bravi. Abbiamo sbagliato tanto in uscita”

Le due punte: “Non ci ho pensato perchè due KO di fila dopo tanto tempo sarebbe stato devastante a livello mentale. Oggi non ho pensato alla classifica, ma al bene della squadra per fare le ultime 8 partite con la testa libera e poi è oggi è mancato il nonno di Andrè Silva, non mi sembrava il caso di metterlo in campo, finita la partita è partito per il Portogallo, condoglianze a lui e famiglia”.

La stanchezza: “Qualcuno dei giocatori che ci hanno portato a fare questi risultati incredibili è stanco, ma è fisiologico, sta a noi farli recuperare a livello psicologico. Quando giochi questo tipo di partita devi essere bravo a ripartire, ci è mancata la qualità nel farlo, quando riesci a palleggiare e non subisci gli avversari puoi anche far male, invece oggi abbiamo pensato più a difendere che a far male, ma è stato dettato dal fatto che abbiamo sbagliato molto”.

La finale di Coppa Italia: “Noi abbiamo uno stimolo importante, abbiamo 4 punti di vantaggio su Atalanta, Sampdoria e Fiorentina, non possiamo mollare di una virgola, poi alla finale ci dobbiamo arrivare con grande organizzazione, che si acquisisce solo giocando. Ci sono ancora 24 punti a disposizione, dopo Benevento eravamo a -18 dall’Inter, ora -8. L’obiettivo non è la Champions, ma la crescere”.

L’Inter: “Quest’anno con le grandi squadre non hanno mai perso, per noi questo punto è importante, ma non capisco perchè dopo questa partita noi dovremmo mollare. Come merito io la riconferma, credo la meritino anche i giocatori, ci giochiamo ancora tanto”.

La classifica: “Si può liberare anche il settimo posto per l’Europa League, senza contare anche la Lazio che potrebbe vincere l’Europa League, speriamo perchè servirebbe per tutto il movimento”

Conti: “E’ venuto ieri a Milanello, ci ho parlato e in questo momento da parte di tutti c’è grande dispiacere, ma dobbiamo stargli vicino, non è il primo ad avere il doppio intervento, è stato sfortunato e ci dovrà mettere del suo, dobbiamo fargli sentire grande affetto, poi quando tornerà sarà un giocatore che ci darà una grandissima mano, ma adesso l’importante è la sua salute”.

I gol: “Anche a me piacerebbe un bomber da 25 gol, ma se non lo abbiamo magari è anche colpa mia che non li metto in condizione di segnare. Sappiamo che gli attaccanti stanno facendo fatica, ma devo fare un po’ di mea culpa perchè forse non li metto in condizione di fare abbastanza”.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Gattuso a PS: “Punto guadagnato, Inter meglio di noi”

Milan-Inter: rivivi il match la nostra diretta testuale

Milan-Inter: le nostre pagelle

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy