Parisi: “Milan, il nuovo allenatore dovrà essere un top player”

Parisi: “Milan, il nuovo allenatore dovrà essere un top player”

Fabio Parisi è intervenuto a ‘MC Sport’ parlando sia della corsa Champions che del futuro del Milan. Compreso il nodo allenatore per il prossimo anno

di Peppe Gallozzi

ULTIME MILAN – “La partita di Firenze è fondamentale, il Milan non può non fare nove punti nelle ultime tre gare “. Sono le parole dell’agente sportivo Fabio Parisi, intervenuto ai microfoni di ‘MC Sport‘.

“Il problema è che non dipende solo dal Milan, anche se dovesse vincere le ultime tre deve guardare il risultato delle altre. Prima del match di Firenze, sarà fondamentale vedere cosa farà l’Atalanta contro il Genoa, se dovesse vincere anche quella partita diventerà tutto più complicato. I nerazzurri hanno anche la finale di Coppa Italia“.

Si è poi parlato di futuro, un futuro che va letto in ottica di un’eventuale qualificazione in Europa: “Prima di parlare di mercato bisognerà capire innanzitutto cosa farà l’anno prossimo il Milan, se giocherà o meno una coppa europea e se sì quale. Bisognerà vedere poi cosa dirà la UEFA e anche chi sarà l’allenatore rossonero. In base a chi sarà, al modulo che userà e a che tipo di calcio vuole fare il club farà delle scelte”.

Immancabile il nodo allenatore che si arricchisce giorno dopo giorno di nuovi capitoli: “Bisogna capire chi lo sceglierà, cioè se solo Leonardo e Paolo Maldini o se anche Ivan Gazidis avrà un’influenza importante sulla decisione. Io credo che il Milan abbia bisogno di un tecnico che insegni qualcosa e che dia un’impronta ben precisa alla squadra. Il top player del Milan dovrà essere l’allenatore”. Le strade tra Gennaro Gattuso e il Milan sembrano essere ormai divise: continua a leggere >>>

FIORENTINA-MILAN IN ESCLUSIVA SU DAZN. PER VEDERLA GRATIS, CLICCA QUI!

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy