NOSOTTI a Sky: “Inter come il Milan del ’93-94? No, lì c’era più qualità”

Marco Nosotti, giornalista di ‘Sky Sport’, vede poche analogie tra l’Inter di Roberto Mancini ed il Milan all’epoca allenato da Fabio Capello

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Milan 1994

Nel pomeriggio di ‘Sky Sport’ è stato chiesto al giornalista Marco Nosotti se esistono, a suo modo di vedere, delle analogie tra l’Inter di Roberto Mancini, che guida la classifica di Serie A con 27 punti, e che ha già conquistato ben 7 vittorie per 1-0, ed il Milan che, nella stagione 1993-94, guidato da Fabio Capello, vinse il campionato conquistando 9 vittorie per 1-0 (in totale, 14 successi di misura) e realizzando appena 36 reti in 34 incontri e subendone soltanto 15. “Trovo analogie nell’organizzazione di gioco, nella fisicità, nell’imperforabilità, e nel limitare i tiri in porta degli avversari”, ha sottolineato Nosotti, il quale, ha ricordato come quel Milan avesse, tra i pali, Sebastiano Rossi e, davanti la difesa, Marcel Desailly. “Anche quest’Inter ha un grande portiere, ed una diga davanti la difesa – ha quindi evidenziato Nosotti -, ma quel Milan aveva, oltre ad una difesa composta da un giovane Panucci, da Baresi, da Costacura e da Maldini, anche tanta qualità sugli esterni, con Boban e Donadoni: le regie, i piedi buoni, il fosforo. E davanti, c’erano Papin, Massaro. La differenza tra le squadre – ha concluso Nosotti – la fa la qualità degli uomini, ed allora c’era grande qualità”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy