Montella in conferenza: “Il mercato? Cambiare per cambiare non serve, vedremo”

L’allenatore del Milan, Vincenzo Montella, commenta così ai nostri microfoni al termine di Milan-Cagliari, gara vinta dai rossoneri

di Edoardo Lavezzari, @Edolave

Dopo aver parlato alle televisioni, il tecnico rossonero Vincenzo Montella si è fermato a commentare la vittoria del Milan contro il Cagliari anche in sala stampa, queste le sue parole: “I tre punti sono la cosa più  importante, abbiamo vinto soffrendo, ma in questi giorni qualcuno ha sofferto più di noi, la nostra è stata una vittoria meritata”.

Bacca: “Per lui, come per tutti gli attaccanti il gol è importante, è stato aiutato da Lapadula che è stato caparbio in quella circostanza. Bacca ha mostrato di essere un grande attaccante per aver fatto gol al 90esimo dopo un periodo difficile”.

Il calciomercato: “Questo gruppo merita grande rispetto. Tutte le squadre possono migliorare, noi stiamo attenti sul mercato, ma cambiare per cambiare non serve a molto”.

Gli obiettivi: “A inizio stagione avevamo tre obiettivi: il primo lo abbiamo raggiunto, il secondo inizia giovedì. Il terzo è andare in Europa, al momento ci siamo, ma dobbiamo migliorare partita per partita”.

L’atteggiamento: “Sicuramente ci sono sicurezza, consapevolezza, voglia di fare. Vedevo la squadra convinta e vogliosa di fare. Quel cambio è stato forzato, probabilmente se non avessimo vinto sarei stato, giustamente, criticato. E’ andata bene a me e alla squadra, abbiamo portato a casa una vittoria, ma qualche volta bisogna anche rischiare”.

Dove migliorare: “La squadra oggi mi è piaciuta molto, soprattutto nei primi 30 minuti. Avremmo potuto osare un po’ di più, con qualche verticalizzazione in più e qualche conclusione in più. E’ vero che il Cagliari spesso difendeva con 6 difensori e tre centrocampisti, gli spazi erano pochi, bravi loro, ma naturalmente potevamo fare di più”.

Le parole di Galliani: “Il paragone con Brasile dell’82? Ero troppo piccolo, sinceramente non ricordo”.

La media punti: “Se due punti a partita bastano per andare in Champions non lo so, visto che tante squadre li stanno facendo. Siamo a metà campionato, guarderemo la classifica più avanti, abbiamo la consapevolezza di poter crescere ancora molto visti i tanti giocatori anche in squadre”.

Un rinforzo a centrocampo: “Si farà quello che si potrà fare, anche sulla base di chi ci sarà disponibile, a me comunque oggi il centrocampo è piaciuto molto”.

L’attacco: “Oggi, come con l’Atalanta, abbiamo tirato molto in porta, le squadre hanno imparato ad affrontarci concedendoci sempre meno spazi, la squadra dovrà esser brava a capire certe situazioni”.

La coppia di centrali: “Stanno facendo molto bene, stanno crescendo molto. Romagnoli in difesa, Paletta nella costruzione del gioco, credo che avere due difensori che possono vincere i 2 contro 2 in difesa ha la base per giocare in qualunque modo”

Abate: “Non so se ci sarà per giovedì, peccato perchè aveva fatto una mezz’ora di grandissimo livello”.

Ancora su Bacca: “Non è appariscente, ci sono tanti giocatori che lavorano meno per la squadra, ma ti catturano l’occhio, lui non è così. E’ andato tre volte vicino al gol, sono contento perchè la rete che ha segnato è di grandissimo spessore, sono contento”.

Il cambio di Bonaventura: “E’ stata una scelta, sono chiamato a farle. Ci sono altre due partite in settimana, a volte servono scelte di questo tipo”

Dal nostro inviato a San Siro Edoardo Lavezzari

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Milan-Cagliari: le nostre pagelle

Galliani e il mercato: “Il Condor è andato in pensione”

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy