news milan

MISSIONE BALOTELLI: Mihajlovic sta con lui, ma lo avvisa

Mario Balotelli, attaccante del Milan (credits: GETTY Images)

Berlusconi, Galliani e Mihajlovic: tutti hanno voluto spendere belle parole per Balotelli, che però resterà solamente in caso di buon finale di stagione

Luca Fazzini

Arrivato ad agosto in mezzo a dubbi e perplessità, Mario Balotelli non ha ancora convinto gli scettici: la sua stagione sin qui, infatti, è stata contraddistinta da alti e bassi. Dopo poche giornate, infatti, è arrivato il lungo infortunio (pubalgia) che lo ha tenuto lontano dai campi per circa 3 mesi. Al rientro in campo, l'ex attaccante di City e Liverpool ha alternato prestazioni sottotono (come la sfida contro l'Udinese) a comparse decisamente più grintose (come contro il Genoa). Fin qui, però, la stagione di Supermario è senza dubbio più negativa che positiva, ma non è ancora stata scritta l'ultima parola.

Ieri, infatti, al termine dell'incontro in Lega Calcio, Adriano Galliani si è fermato a parlare con i giornalisti, tra cui Pianetamilan.it, rispondendo così ad una domanda sulla possibile permanenza dell'attaccante: "Si, perché no, è un giocatore del Liverpool in prestito da loro, in estate vedremo". Le porte del Milan, dunque, sono ancora aperte, ma i rossoneri non vogliono rischiare di bruciare 8 milioni per il riscatto. Tutto dipenderà dal giocatore stesso, chiamato a svoltare proprio a questo punto della stagione.

Oltre che la società, Balotelli ha un altro elemento importante della società dalla sua parte: Sinisa Mihajlovic. Il tecnico rossonero, infatti, si è preso la briga e l'impegno di curare il giocatore ad inizio anno, sperando di riuscire ad avere in cambio un apporto che nelle scorse esperienze il calciatore nativo di Palermo aveva raramente regalato. Anche ora, in un momento difficile, l'ex tecnico della Sampdoria non si rimangia quanto dichiarato ad inizio stagione. Ieri, nella conferenza stampa pre-Torino, il serbo ha dichiarato: L’ho voluto io, sta qui, ma come tutti gli altri giocatori. Come tutti si deve guadagnare di giocare, deve allenarsi e giocare bene. A Napoli ha fatto bene, deve continuare ad allenarsi al massimo e dare tutto in partito anche se gioca 2 o 5 minuti. Serve questo atteggiamento sempre, tutto il resto sarà una conseguenza".

Ultimo elogio arrivato all'attaccante azzurro è del numero uno rossonero, Silvio Berlusconi. "Dipende da lui, sopratutto se dovesse riuscire a mostrare una maturazione nella sua posizione in campo, una maturazione nella vita. Se dovesse realizzare queste cose saremmo molto lieti io e l’allenatore di tenerlo con noi, anche facendo uno sforzo economico”. Anche le parole del presidente, dunque, sono dalla parte di Balotelli. L'attaccante gode della stima della società e del tecnico, che però non gli riserverà trattamenti speciali. La palla, ora, passa (ancora una volta) a Supermario.

tutte le notizie di

Potresti esserti perso