Milan, quanti big in scadenza o quasi: il punto sui rinnovi

Milan, quanti big in scadenza o quasi: il punto sui rinnovi

In casa Milan sono davvero tanti i calciatori in scadenza di contratto o quasi: da Ibrahimovic a Donnarumma, passando per Calhanoglu e Romagnoli

di Alessio Roccio, @Roccio92
Ibrahimovic Donnarumma Milan

NEWS MILAN – In casa Milan il futuro è tutto da scoprire e sono davvero molti i punti di domanda che necessariamente dovranno essere risolti non appena terminerà l’emergenza legata al Coronavirus.

Quella che si profila sarà un estate molto calda da ogni punto di vista. Dirigenziale, perché ancora non si sa se Paolo Maldini e Frederic Massara rimarranno al loro posto anche la prossima stagione. Tecnico, perché le chance che Stefano Pioli possa restare l’allenatore del Milan anche per l’annata 2020-21 sono obiettivamente ridotte ai minimi termini. Resta da capire, infine, che ne sarà di Ralf Rangnick, dato per certo al Milan fino ad alcuni giorni fa, ma dalla Germania arrivano secche smentite a riguardo.

Ma anche sul fronte della rosa ci sarà molto da pianificare e far fronte con le tante scadenze di contratto in vista. In primis chi come Zlatan Ibrahimovic vede la propria deadline coi rossoneri nel 2020. Lo svedese dovrà decidere se prolungare col Milan, o al contrario il club di via Aldo Rossi dovrà capire se sarà disposto a un importante esborso economico per trattenere l’ex attaccante dei Galaxy.

Sempre a giugno il Milan dovrà decidere se riscattare per 2,5 milioni Simon Kjaer, danese di 30 anni di proprietà del Siviglia. Begovic, al contrario non resterà visto il suo prestito secco di 6 mesi, considerando i ritorni di Pepe Reina e Plizzari. Certi gli addii di Bonaventura e Biglia.

Sempre in estate andranno discussi anche i rinnovi di quei giocatori che vedono in questo momento il loro contratto in scadenza nel 2021. E il primo nome che viene in mente è certamente Gigio Donnarumma, la cui permanenza sarà un banco di prova molto importante per capire le intenzioni future del club rossonero.

Nello stesso anno scadono i contratti di Calhanoglu e Musacchio. Il primo ha disputato fin qui una discreta stagione e il suo rinnovo dipende molto dal futuro allenatore. Rangnick, in questo senso, potrebbe essere un punto a suo favore. Al contrario, l’argentino ha perso posti nelle gerarchie e una sua cessione non è da escludere in estate. Nel 2021, poi, scadrà il prestito di Ante Rebic (così come quello di Andre Silva all’Eintracht Francoforte). Sul croato i primi dialoghi per il riscatto potranno avvenire a giugno, ma non va dimenticato che l’addio di Boban potrebbe non favorire la permanenza dell’attaccante.

Il 2022 sembra lontano, ma nel calcio non è proprio così. Chi ha il contratto in scadenza in quell’anno è il capitano Alessio Romagnoli, il cui nuovo procuratore è Mino Raiola, certamente non un alleato rossonero. Nel 2017 rinnovò nonostante le tante incertezze sul club, dimostrando un grandissimo attaccamento alla maglia, ma è fuori dubbio che anche lui vorrà vederci chiaro. Nello stesso anno scadranno i contratti di Conti, Calabria e Kessie. Intanto ecco le ultime novità tra Milan e Coronavirus: continua a leggere >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy