Milan, parlano i Piccoli Azionisti: “Rossoneri Sport Lux, rifinanziamento e progetti o cessione”

Milan, parlano i Piccoli Azionisti: “Rossoneri Sport Lux, rifinanziamento e progetti o cessione”

I Piccoli Azionisti del Milan, guidati da Edoardo Barone e Giuseppe La Scala, hanno chiesto chiarezza alla holding del Presidente Yonghong Li

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Ieri pomeriggio è arrivata la sentenza della Camera giudicante dell’Organo di Controllo Finanziario dei Club di Calcio UEFA (CFCB), che ha estromesso il Milan dall’Europa League 2018-2019. Una decisione contro la quale sarà possibile ricorrere in appello al Tribunale Arbitrale dello Sport (TAS) di Losanna ma che, senza dubbio, ha macchiato la gloriosa storia del club rossonero di una pagina francamente evitabile.

Sul verdetto scaturito dalla CFCB, a Nyon, hanno parlato, oggi, Edoardo Barone e Giuseppe La Scala, rispettivamente Presidente e Vice Presidente dell’Associazione Piccoli Azionisti (APA) del Milan. Barone e La Scala hanno scritto una lettera aperta, indirizzandola, di fatto, alla Rossoneri Sport Investments Luxembourg, holding del proprietario, Presidente e maggiore azionista del club rossonero, Yonghong Li, chiedendo chiarezza sui programmi e progetti futuri dei cinesi.

“Anche se la sentenza della UEFA – che ha comminato al Milan una sanzione sproporzionata rispetto ai suoi precedenti – ha punito il Club per le violazioni alle norme sul pareggio di bilancio compiute dalla precedente gestione di Silvio Berlusconi ed Adriano Galliani, è ovvio che la situazione pretende comunque, e in tempi brevissimi, un definitivo chiarimento dell’assetto proprietario – hanno scritto Barone e La Scala -. Già alcune settimane fa i Piccoli Azionisti del Milan indirizzarono al socio di maggioranza una lettera aperta – rimasta inopinatamente senza risposta – nella quale gli chiedevano o di assicurare la sua capacità, finanziaria e progettuale, di guidare la società, ovvero di farsi da parte, passando la mano. Oggi che la sanzione UEFA – anche nella sperata ipotesi che essa sia “alleggerita” dal TAS – obbliga i vertici societari a fare i conti con una programmazione sportiva ed economica ancora più accurata e, comunque, di medio/lungo periodo, i Piccoli Azionisti rinnovano per l’ ultima volta il loro appello”.

Di che appello si tratta? Semplice: “O la Rossoneri Sport Investments Luxembourg dimostra inequivocabilmente e definitivamente di poter garantire il rifinanziamento dei debiti contratti dal Milan e scadenti nel prossimo ottobre; il rifinanziamento dei debiti propri, a garanzia dei quali ha costituito in pegno il proprio pacchetto delle azioni sociali, e in difetto del quale si aprirebbe una nuova stagione di insopportabile incertezza sull’assetto proprietario ed un progetto imprenditoriale chiaro e sostenibile, con un orizzonte temporale adeguato all’effettivo e stabile rilancio del Club nella élite del calcio mondiale – le parole di Barone e La Scala – oppure noi ci auguriamo che l’azionista di maggioranza, dimostrando il proprio senso di responsabilità e l’ avere a cuore gli interessi dei supporter rossoneri – che sono i veri proprietari del club e i cui sentimenti e passioni devono essere tenuti nella massima considerazione – concluda al più presto le trattative per la cessione della propria partecipazione e consenta il trasferimento del controllo a chi possa garantire al Milan il futuro che esso e i suoi tifosi si meritano”. A questo proposito, si è riaperta la trattativa tra Yonghong Li e Rocco Commisso per la cessione del club: qui i dettagli e le ultime news in merito.

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy