Milan, parla Inzaghi: “Berlusconi impaziente: il gruppo non era vincente”

Milan, parla Inzaghi: “Berlusconi impaziente: il gruppo non era vincente”

Filippo Inzaghi, ex tecnico del Milan, ha confidato a ‘Sky Sport’ i motivi del suo fallimento alla guida della squadra rossonera nella stagione 2014-2015

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Dopo aver giocato nel Milan dal 2001 al 2012, messo a segno 126 gol in 300 partite e vinto Scudetti, Champions League e coppe varie, Filippo Inzaghi, una volta appese le scarpette al chiodo, ha avuto l’opportunità di guidare la squadra rossonera anche da tecnico, nella stagione 2014-2015. L’annata, però, si concluse male, con il Milan a metà classifica ed Inzaghi esonerato in favore di Siniša Mihajlović.

Ai microfoni di ‘Sky Sport’, nella giornata di ieri, Inzaghi, che ha da poco riportato il Venezia in Serie B dopo 12 anni, conquistando, tra l’altro, anche la Coppa Italia di categoria, ha spiegato perché è fallito il suo progetto di riportare i rossoneri nell’élite del calcio italiano: “Nelle grandi squadre non c’è pazienza, è normale che sia così. Quello non era un Milan che poteva vincere – la convinzione di Inzaghi, sottolineata oggi da ‘La Gazzetta dello Sport’ -, non avevamo uomini per farlo, però le aspettative del Presidente erano quelle di vincere ed era impossibile. Il Milan, Berlusconi, Galliani, sono stati la mia fortuna in assoluto – ha proseguito Inzaghi -. Anche quell’anno sarà fondamentale per la mia carriera da allenatore perché è stato un anno difficile, ma lì è stato difficile per Massimiliano Allegri, per Mihajlović e per chiunque, per cui non ha scalfito le mie convinzioni. Anzi, le ha rafforzate: fino all’ultima giornata ho tenuto il gruppo. Mi ha rafforzato l’idea che questo potesse essere il mestiere del mio futuro”.

A proposito di futuro, Inzaghi non ha escluso di poter, un giorno, tornare a sedere sulla panchina rossonera: “L’obiettivo è quello di avere la possibilità di poter lavorare, di potermi esprimere, e di poter dimostrare le mie qualità. Tutto qui”.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

F.Inzaghi: “Sapete cos’è il Milan per me. Chissà, in futuro…”

Inzaghi: “Spero che i cinesi riportino in alto il Milan”

Triplette in Champions League: Cristiano Ronaldo raggiunge Messi, Inzaghi resiste sul podio

Venezia in Serie B, Inzaghi rivela: “Mi ha chiamato Galliani per farmi i complimenti”

Da Inzaghi a Zapata: Milan, quando il gol arriva sul filo di lana

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy