Milan, la contraddizione dei fantasisti: piedi buoni, ma Pioli chiede di più

Milan, la contraddizione dei fantasisti: piedi buoni, ma Pioli chiede di più

Paquetà, Suso e Calhanoglu: il Milan chiede di più ai propri fantasisti dai piedi buoni ma dalle prestazioni ad intermittenza

di Alessio Roccio, @Roccio92

JUVENTUS-MILAN – Il Milan è una squadra basata su tecnica e creatività e proprio per questo motivo i fantasisti della rosa dovrebbero rendere al meglio e cercare di dare continuità di prestazione che al contrario fatica a vedersi. I maggiori indiziati sono Jesùs Suso, Hakan Calhanoglu e Lucas Paquetà. Tutti, chi per un motivo e chi per un altro, non hanno saputo in questi anni rendere al meglio per un periodo di tempo considerevole.

Chi più di ogni altro rappresenta al meglio questo paradosso è il brasiliano che con Giampaolo non ha vissuto un momento positivo. Tanta panchina e qualche discussione sia a voce che sui social che ne hanno minato il rapporto fin dall’inizio. Anche con Pioli, però, il rendimento non è migliorato, sebbene spazio in campo ne stia avendo eccome. Da Paquetà il Milan si aspetta molto. Si aspetta quello step successivo che in molti pensavano fosse già arrivato e invece bisognerà ancora attendere.

Calhanoglu con Pioli sembra rivitalizzato. E’ certamente il giocatore che ha tratto maggiori vantaggi nel cambio panchina, dal momento che ora è tornato a giocare su discreti livelli e sembra lontano parente di quel giocatore pessimo visto negli scorsi mesi. Un percorso al quale sembra si voglia ispirare anche Suso, in rete contro la SPAL nell’unica vittoria ottenuta da Pioli fino ad ora. Lo spagnolo tornerà titolare oggi contro la Juventus in uno stadio in cui i rossoneri hanno sempre faticato, non riuscendo a strappare nemmeno un punto in campionato.

Qualità ce la si aspetta anche da Bennacer, scalzato Biglia dal ruolo di regista titolare, ma anche da Bonaventura che più di ogni altro rappresenta un condensato perfetto di creatività, tecnica, fantasia e corsa. Purtroppo per lui si è messa di mezza la sfortuna, ma dopo un anno sta cercando di ritrovare la condizione migliore per tornare ad essere un punto fermo della squadra. Intanto, ecco le parole di Paolo Rossi su Ibrahimovic al Milan>>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter/// Instagram/// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy