Milan Femminile, Morace a Milan TV: “Per noi un anno di transizione”

Milan Femminile, Morace a Milan TV: “Per noi un anno di transizione”

Carolina Morace, tecnico del Milan Femminile, ha commentato così, ai microfoni di ‘Milan TV’, la sconfitta interna (1-2) contro il Chievo: le sue parole

di Daniele Triolo, @danieletriolo

ULTIME MILAN – Carolina Morace, tecnico del Milan Femminile, ha commentato così, ai microfoni di ‘Milan TV‘, la sconfitta interna (1-2) contro il Chievo. Queste le parole della Morace:

Sulla stagione rossonera: “Annata strepitosa, peccato per questa partita. I troppi infortuni ci hanno un po’ condizionato. Alle ragazzi giovani non si può chiedere la responsabilità di entrare in campo e di fare la partita una volta iniziata. Peccato che sia saltata la qualificazione in Champions, ma ci sta. Venivamo da una settimana importante, da due partite contro Atalanta e Juventus, dove avevamo speso tante energie mentali ed eravamo uscite un po’ malconce”.

Sulla partita di oggi: “Non eravamo in perfette condizioni fisiche, sicuramente no. Però ce l’hanno messa tutta, questo è importante. Per me non era agitazione, noi era dall’inizio della stagione che dovevamo vincere qualsiasi partita, mi riferisco in particolare alle partite contro Roma e Mozzanica. Oggi avevamo più assenze tra le titolari, alcune le ho dovute ‘sfruttare’ per tutto il campionato, non sono mai riuscita mai a darle delle pause. Normale che la squadra fosse un po’ stanca”.

Sulla classifica finale e l’esito della stagione: “Se avesse vinto la Roma sarebbe stato ancora peggio. Quest’anno abbiamo avuto diversi problemi, come il campo, conosciuto ieri questo per esempio. Anche questo ha portato qualche svantaggio. Alla fine è stato un campionato molto bello, questa è stata l’unica partita non giocata bene. Anche quando abbiamo pareggiato, abbiamo sempre dato spettacolo. In questa partita non si è visto nulla”.

Sui tifosi rossoneri e sul futuro della squadra: “In favore dei nostri tifosi devo dire che è difficile seguire la squadra da una parte all’altra. Per noi è stato un anno di transizione: sappiamo che c’è una società importante alle spalle, sappiamo che ci seguono con passione ed affetto. Questo era l’anno zero, con la nuova stagione tante cose verranno risolte. Il Milan sa quello che deve fare, non devo essere io a dirglielo”.

Sui Mondiali Femminili: “Secondo me non dobbiamo dare nessuna pressione alle nostre ragazze. È una Nazionale forte, quest’anno il campionato ha aiutato l’allenatrice: con il torneo in bilico, nessuna ha mai abbassato la guardia, giocando con intensità. Dobbiamo giocare con tranquillità, poi nel calcio può succedere di tutto. È tutto aperto. L’anno che ha vinto la Grecia gli Europei, o la Danimarca, non vinse la più forte. In queste competizioni ci sono tanti fattori che contano”.

Su Valentina Giacinti: “Il concetto fondamentale è che se vince la classifica cannonieri da tre anni consecutivi va presa in considerazione per la Nazionale. Se fa gol, fa gol. Parlano i fatti”. Per le pagelle dei giocatori rossoneri, invece, al termine di questo acceso Parma-Milancontinua a leggere >>>

SCONTO 50% – Gazzetta, l’edizione digitale a metà prezzo (promo per utenti Pianeta Milan). ABBONATI SUBITO!

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy