Milan, è tempo delle scelte e di programmare: ma tutte nella stessa direzione

Milan, è tempo delle scelte e di programmare: ma tutte nella stessa direzione

Entro pochi giorni conosceremo i nomi del nuovo direttore dell’area tecnica e del nuovo allenatore del Milan: è tempo di programmare

di Alessio Roccio, @Roccio92

ULTIME MILAN – In casa Milan la tavola per una nuova estate rivoluzionaria è stata apparecchiata. Imbandita in ogni suo dettaglio con i saluti in ordine di tempo prima di Leonardo, ex direttore dell’area tecnica, e Rino Gattuso con tutto il suo staff al seguito. Il Milan attende una risposta da Paolo Maldini, per quanto riguarda la sua promozione nel ruolo occupato dal brasiliano fino a pochi giorni fa, cerca probabilmente un nuovo direttore sportivo da poter affiancare l’ex numero 3 – si fa il nome di Moncada, attuale caposcout -, deve nominare un allenatore (e qui di nomi ne esce uno ogni giorno), si attende la sentenza della Uefa e qualche novità per quanto riguarda la questione stadio. Inoltre, potrebbe cambiare anche il responsabile del settore giovanile, è vacante la panchina della squadra femminile e probabilmente non sarà confermato nemmeno Giunti in Primavera.

Insomma, sarà una rivoluzione a 360°. Ma quello che dovrà essere di vitale importanza è che ogni decisione dovrà essere presa in un’unica direzione, programmando ogni scelta solo e unicamente per il bene dei colori rossoneri. Il tecnico che verrà nominato dovrà essere sostenuto dall’inizio alla fine, senza mettergli i bastoni tra le ruote come è accaduto diverse volte con Rino Gattuso in questa stagione.

Le linee guida affinché tutto questo si possa realizzare le ha dettate 3 giorni fa Ivan Gazidis. Gli investimenti ci saranno, ma mirati esclusivamente per i giovani di grande prospettiva. Perché il Milan ha sempre gli occhi di Nyon puntati addosso e scherzare con il FPF non è possibile. Il dirigente ex Arsenal avrà il compito di mettere prima i conti a posto, attraverso plusvalenze e ricavi dagli sponsor – che al momento non sono cresciuti in un anno – dopodiché si potrà pensare a tornare ad investire. Coi Gunners è accaduto, ora si spera possa succedere anche al Milan. Intanto, Maldini avrebbe fatto una controproposta a Gazidis: continua a leggere>>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy