Milan, brilla la stella di Suso: ormai è insostituibile

Non si ferma la crescita del ventitreenne spagnolo Suso, che è diventato, partita dopo partita, l’uomo in più del Milan di Montella.

di Redazione

Se c’è una certezza sul Milan di Vincenzo Montella è che se Suso non gira difficilmente i rossoneri riescono a mostrarsi brillanti. Sia chiaro: le sorti della squadra non dipendono interamente da lui, però è palese che senza la sua verve e le sue doti tecniche difficilmente il Milan attuale avrebbe raggiunto la Supercoppa Italiana e i buoni livelli, sin qui toccati, in campionato.

E la partita di ieri è stata l’ennesima dimostrazione di questo: in un primo tempo in cui il Torino ha chiuso intelligentemente tutti gli spazi e raddoppiato, se non triplicato, le marcature sullo spagnolo, il Milan ha inevitabilmente subito gli avversari, i quali si sono portati in vantaggio, e non è riuscito a creare granché.

Ma, mentre si parla dell’imminente arrivo di Gerard Deulofeu, già compagno e alter ego di Suso nella Spagna Under 21, che andrebbe a ricoprire proprio il suo stesso ruolo, il rossonero si mostra ancora una volta insostituibile: il secondo tempo, difatti, è tutto un’altra musica. È lui che innesca con un meraviglioso slalom e un gran tiro il pareggio di Juraj Kucka, ed è sempre lui che serve l’assist per Giacomo Bonaventura, in un’azione che sembra la fotocopia di quella vista a Doha se non più spettacolare visto il tiro al volo dell’esterno italiano.

La Gazzetta dello Sport di questa mattina l’ha eletto come migliore in campo, non sarà la prima né l’ultima volta visto il rendimento che lo sta contraddistinguendo in questo periodo.

Ed è per questo che la stella ex Liverpool andrebbe ancor di più blindata e gratificata per il suo operato: imminente sarà infatti aperto il discorso per il suo rinnovo con adeguamento di contratto, un prolungamento di due anni fino al 2021 con ingaggio raddoppiato, dall’attuale milione percepito a 2 milioni a stagione.

Questa sarà sicuramente una delle prime operazioni della nuova gestione cinese, intenzionata sempre più a garantire un posto di rilievo, nella rosa, al talento spagnolo.

Valerio Paini

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Forza fisica e temperamento: ecco il vero Gomez

Sosa, piccoli segnali di ripresa: quanto può dare ai rossoneri?

PM – Wilshere è lontano. “Cherries” in pole

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy