news milan

MILAN, anche POLI tra i ‘dimenticati’: non piace per la poca personalità

Andrea Poli, centrocampista del Milan (credits: GETTY Images)

In casa Milan sembra essere nata la categoria dei 'dimenticati'. Tra questi anche Poli, che pare non piacere a Mihajlovic per la sua poca personalità

Lorenzo Romagna

Dopo diversi mesi, in casa rossonera, sembra esserci finalmente un'idea chiara. Sinisa Mihajlovic, infatti, pare aver trovato i suoi 11 fedelissimi e le sue riserve. 'La Gazzetta dello Sport', stamattina in edicola, però, ricorda di come sia nata un'altra categoria a Milanello. Quella dei cosiddetti 'dimenticati'. Su tutti Davide Calabria (QUI le sue parole), che ha giocato 4 partite per un totale di 278 minuti, Philippe Mexès, autore di tre gare e 236 minuti giocati, e Rodrigo Ely, che è sceso in campo 3 volte per un totale di 178 minuti.

Impossibile, poi, non citare i casi di Josè Mauri e Andrea Poli. Il primo - si legge sulla rosea - 'potrebbe andare in panchina in giacca e cravatta perché tanto il campo non lo vede nemmeno se la partita è già in cassaforte (0 presenze)'. Sul secondo, invece, la situazione stupisce ancor di più. Perché, se Calabria, Ely e Mauri sono giovani e quindi avranno tempo per crescere e se Mexes non piace a Mihajlovic e quindi sa di non avere chances, Poli è stato spesso elogiato dal tecnico serbo. Pare, però, che il vero motivo per il quale viene impiegato con il contagocce sia che Mihajlovic crede che il centrocampista non abbia una spiccata personalità.

tutte le notizie di

Potresti esserti perso