MIHAJLOVIC divide in due la rosa. Forse Seedorf aveva ragione

Mihajlovic ormai punta su un numero ristretto di giocatori, non fidandosi più di una buona parte di essi

di Gianluca Raspatelli
Sinisa Mihajlovic Milan

Come scrive oggi Tuttosport, Sinisa Mihajlovic ormai ha evidentemente diviso in due la sua rosa. I due gruppi sono composti dai titolari, dei quali il serbo pensa di potersi fidare, e da gran parte delle riserve, ritenute da Mihajlovic non all’altezza del Milan.

Questi malumori sono stati espressi diverse volte dall’allenatore rossonero, che non è certo uno che ha paura di dire ciò che pensa. In particolare è da ricordare l’affermazione irritata dopo l’amichevole contro il Mantova: “Ho capito su chi posso puntare e chi non dovrebbe proprio lamentarsi perchè sta in panchina”. Anche ieri Mihajlovic non ha risparmiato la battuta verso i giocatori, mettendo su un siparietto con un bambino.

Ora i fedelissimi di Mihajlovic, ovvero quelli ritenuti da Milan, sono sempre meno. Non a caso contro il Carpi c’è stato solo un cambio a gara in corso (Luiz Adriano). A gennaio ci si prepara ad una rivoluzione sul mercato, con Galliani atteso ai fuochi d’artificio che non si sono visti negli ultimi giorni del mercato estivo.

Ma l’impressione che gran parte di questi giocatori non sia al livello della maglia che indossano non è certo una novità. Uno dei motivi di rottura tra Clarence Seedorf e la dirigenza milanista fu proprio la frase rivolta dall’olandese ai tifosi: “Tre quarti di questi giocatori non sono da Milan”. Forse Seedorf, tanto criticato dai suoi giocatori e dai suoi dirigenti, non aveva poi tutti i torti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy