news milan

MIHAJLOVIC a PS: “Un Milan come piace a me, possiamo ancora arrivare in Champions”

Sinisa Mihajlovic, ex tecnico del Milan, (credits: GETTY Images)

Ecco le parole del tecnico del Milan, Sinisa Mihajlovic, al termine della sfida del San Paolo contro il Napoli, rilasciate a Premium Sport

Donato Bulfon

Ecco le parole del tecnico del Milan, Sinisa Mihajlovic, al termine della sfida del San Paolo contro il Napoli, rilasciate a Premium Sport: "Era una gara difficile e complicata, in casa del Napoli è sempre dura. Loro hanno comandato il gico, ma noi l'avevamo preparata così, anche con qualche ripartenza. Siamo stati bravi e tosti come piace a me. Se continuiamo cosi possiamo anche noi lottare per il terzo posto. Vincerle tutte? Era meglio vincere, ma stasera era meglio non perdere. Ora abbiamo un'identità ed è stato importante non perdere. All'intervallo ho chiesto di avere più personalità, nella fase difensiva abbiamo fatto molto bene, meno davanti, dovevamo sfruttare meglio le occasioni avute. Loro erano anche un po' stanchi per la Coppa, noi ci siamo allenati sempre bene e stiamo meglio. Ma il merito di questo è tutto dei ragazzi. Tutta la squadra dietro ha fatto benissimo, anche i centrali, limitando molto Higuain, ma anche i centrocampisti esterni si sono sacrificati molto. Oggi siamo una squadra difficile da battere, abbiamo preso gol su una deviazione e abbiamo avuto una buona occasione con Niang, ma sarebbe stato forse troppo. Il risultato alla fine è giusto. Donnarumma? Se non poteva pararla lui non la poteva parare nessuno. La Champions? In 7 partite abbiamo fatto 15 punti e se continuiamo così possiamo lottare per il terzo posto. Il mio gol al Napoli su punizione 9 anni fa? Con quel gol siamo andati in Coppa Uefa, fu molto bello. Boateng, Balotelli e Menez? Stasera ho scelto il francese affinché tenesse più palla, ora vediamo per la Coppa Italia. Bacca e la sostituzione? Contento che sia arrabbiato, non può segnare sempre, per noi Carlos è fondamentale, tornerà al gol dalla prossima. Higuain? Meglio che lo marcavano Zapata e Alex e non io".

tutte le notizie di

Potresti esserti perso