news milan

MARINA BERLUSCONI spinge il Milan verso l’auto-finanziamento

Marina Berlusconi, Getty Images

Marina Berlusconi batte sempre sullo stesso tasto: l'auto-finanziamento del Milan, ancora in cerca di soci di minoranza, tra Mr Bee, Madison e cordate varie

Redazione

Procede a strappi la trattativa per la vendita di parte delle quote azionarie del Milan. Mr Bee continua a puntare al 48%, promettendo cifre monstre, mentre si fanno sotto altre cordate. E' stato lo stesso Berlusconi a sbandierarle come spauracchio, per forzare la mano al broker thailandese.

Secondo Repubblica, il messaggio lanciato da Berlusconi suonerebbe a metà fra l'ultimatum e un grido d'allarme. 'Fininvest - si legge - non vuole ammettere che queste parole possano essere considerate come l’archiviazione definitiva della discussa trattativa, che dura ormai da più di un anno. Secondo fonti finanziarie, che stanno lavorando per la società che controlla il 99% del club, il verbo del padrone andrebbe, piuttosto, letto come una sorta di ennesimo ultimatum a Mister Bee'

Sullo sfondo rimangono cordate interessate, ma non alle condizioni di Berlusconi: non a quelle cifre e non per la minoranza del club. 'Marina Berlusconi – che ha in mano le chiavi della cassaforte di famiglia, scrive Repubblica - ha ribadito in più occasioni che il Milan deve stare in piedi con le proprie gambe: è già tanto se la holding di famiglia interviene per coprire il deficit che si accumula ogni anno'.

E mentre si parla del rientro in gioco di Madison e di un Mr Bee che starebbe preparando le carte per il closing, Fininvest si mangia le mani. Sempre secondo Repubblica la chiusura è lontana, anzi è più facile che si arrivi a una rottura definitiva. Il che sarebbe una disdetta: fossero arrivati i 480 milioni dell’accordo, i Berlusconi avrebbero potuto iscrivere nel bilancio di Fininvest una plusvalenza di circa 290 milioni. Quanti ne sarebbero stati reinvestiti nel Milan, è da dimostrare. Con buona pace dei tifosi'.

tutte le notizie di

Potresti esserti perso