news milan

LUIZ ADRIANO, lo strano caso: il bomber con la valigia

Luiz Adriano, attaccante del Milan (credits: GETTY Images)

Che per Luiz Adriano questo inizio di 2016 fosse quanto meno bizzarro lo si era capito fin da subito, tra partite, viaggi, cessioni e ritorni.

Donato Bulfon

Che per Luiz Adriano questo inizio di 2016 fosse quanto meno bizzarro lo si era capito fin da subito: 90 minuti in panchina contro il Bologna, titolare (senza particolari sussulti) a Roma contro i giallorossi e titolare (con tanto di infortunio al costato) nella semifinale di andata di Coppa Italia contro l’Alessandria; niente di veramente strano se non fosse che tra un impegno e l’altro il brasiliano era stato ceduto al Jiangsu per 16 milioni di euro ed era partito per la Cina. Nemmeno il tempo di disfare i bagagli ed ecco il colpo di scena, con il giocatore che non trova l’accordo con il club cinese e ritorna in fretta e furia a Milanello per allenarsi nuovamente con i suoi nuovi vecchi compagni.

Smaltite le scorie del mercato e dell’infortunio, da questa settimana l’ex Shaktar ha iniziato a lavorare con il resto dei compagni e, complici anche l’infortunio di Niang e la scarsa forma di Balotelli (anche se nelle ultime ore Super Mario sembra essere tornato in pole), potrebbe avere nuovamente la sua occasione domenica contro il Genoa, anche a partita in corso. Luiz Adriano dovrà, eventualmente, sfruttare nel migliore dei modi questa chance per provare a scavalcare le gerarchie che ormai vedono intoccabile da diversi mesi la coppia d'attacco Bacca-Niang; il mese di febbraio si preannuncia quindi decisivo per il futuro dell’attaccante verde oro tra campo e sirene orientali che non hanno smesso del tutto di suonare.

Guardando al campo, l’infortunio di Niang non dovrebbe essere particolarmente grave ma il giovane francese, che negli ultimi mesi ha giocato davvero tanto, avrebbe comunque necessità di rifiatare riaprendo le porte proprio a Luiz Adriano il quale, nella prima parte della stagione, ha già dimostrato di trovarsi a suo agio in coppia con Bacca potendosi esprimere al meglio, cosa che non gli è successa quando è stato schierato di fianco a Balotelli, che per caratteristiche, catalizza molto di più il gioco. Resta difficile ipotizzare che Luiz possa essere titolare già domenica ma sicuramente potrebbe tornare utile a partita in corso e, in ogni caso, da Milanello trapela la sua grande voglia di rientrare mentre sui Social sfoggia un nuovo look.

Oltre al campo, però, c’è da registrare come resti ancora vivo l’interesse di squadre cinesi per il giocatore: in oriente il mercato resterà aperto fino al 26 febbraio ed è di ieri la notizia secondo la quale stanno arrivando altre offerte per il numero 9 milanista, che potrebbe ancora lasciare il Milan; questa volta, in pressing sull’ex Shakhtar c’è il BeijingGuoan, club allenato da Alberto Zaccheroni. La prima offerta non è stata accettata dai dirigenti rossoneri in quanto ritenuta troppo bassa, ma prima della chiusura del mercato cinese, è probabile che arrivi una nuova proposta per convincere Luiz Adriano a fare le valigie.

Il futuro del brasiliano resta, quindi, quanto mai nebuloso e difficile da decifrare; se da un lato Mihajlovic sta pian piano recuperando anche Balotelli e Menez (e quindi gli spazi potrebbero ridursi ulteriormente) dall’altro potrebbe anche essere costretto a gettare nella mischia proprio Luiz Adriano già domenica prossima. Il tutto sempre con offerte provenienti dalla Cina sullo sfondo; l’ultimo periodo di Luiz Adriano assomiglia quindi ad un vero e proprio saliscendi e chissà che non possa continuare anche fino alla fine del mese di febbraio. Per non farsi mancare niente, nel mentre, il brasiliano ha anche cambiato look presentandosi rasato a zero e rinunciando almeno temporaneamente alla sua folta chioma.

Gaetano De Pippo

tutte le notizie di

Potresti esserti perso