news milan

LONGHI: “Milan poco continuo, Berlusconi è troppo ambizioso. Su Ibra..”

Silvio Berlusconi, numero 1 del Milan (credits: GETTY Images)

Il noto giornalista di SportMediaset, Bruno Longhi, durante il programma 4-4-2, ha detto la sua sulle dichiarazioni del presidente del Milan, Silvio Berlusconi

Donato Bulfon

Il noto giornalista di SportMediaset, Bruno Longhi, durante il programma 4-4-2, ha detto la sua sulle dichiarazioni del presidente del Milan, Silvio Berlusconi, e sul futuro dei rossoneri: "Quelli del presidente sono obiettivi ambiziosi, però nelle prospettive di Silvio Berlusconi c'è sempre qualcosa che sembra eccessivamente ambizioso. Quando acquisto il club alla squadra aveva detto ' Noi arriveremo a essere la squadra più forte del mondo': era un Milan che arrivava da una situazione difficile e alcuni giocatori pensavano che fosse un visionario. Invece poi ha avuto ragione lui. Ha sempre alzato il mirino, il fatto che dica queste frasi riflette il fatto che sia un uomo che ha sempre vinto. Quello attuale è un Milan che piano piano si sta mettendo in carreggiata. Non ha quella continuità per poter ambire alla terza piazza. Lunedì c'è il Napoli e sarà un test importante. Ibra apre ad un ritorno? Beh, sua moglie ancora più di lui è affezionata l'Italia. Però il giocatore visto ieri è apparso statico e non più devastante come una volta. Con le dichiarazioni sul suo futuro sembra che voglia tenersi aperte diverse porte tenendosi buona la stampa di diversi paesi come la nostra. L'Ibrahimovic visto ieri è un giocatore che è meglio lasciare andare altrove, magari in Cina insieme a Lavezzi. Se una squadra vuole costruire un progetto futuribile bisogna puntare su altro".

tutte le notizie di

Potresti esserti perso