LIVE PM – Gattuso: “Il Crotone va rispettato. Mercato? Non faremo niente”

LIVE PM – Gattuso: “Il Crotone va rispettato. Mercato? Non faremo niente”

Domani il Milan aprirà il suo girone di ritorno in casa contro il Crotone, in un match delicato. Ecco le parole della vigilia di Gennaro Gattuso

di Edoardo Lavezzari, @Edolave

Dal nostro inviato a Milanello Edoardo Lavezzari

Finisce qui la conferenza stampa

La partita di Firenze: “Ci siamo snaturati, sapendo di essere stanchi. Abbiamo giocato più bassi e abbiamo creato meno, ma nelle altre partite non mi sembra che non abbiamo attaccato, lo sviluppo del gioco lo abbiamo sempre avuto tranne che in quella partita. Non farmi queste domande, poi dai voglia a Berlusconi di parlare dei due attaccanti [ride ndr]. Oggi il problema non è attaccare, ma tenere bene il campo”.

Una torta di compleanno: “Metterei la firma per la vittoria al posto di una torta, al 100%”.

I problemi in difesa: “C’è sempre qualcosa da rivedere quando si prendono sempre gli stessi gol, dobbiamo preparare delle esercitazioni per rivedere certe cose. In questo momento sto dando fiducia a Romagnoli e Bonucci, ma anche Musacchio con me ha giocato molto. Quando si prendono i gol, poi, la colpa non è solo dei centrali. Se guardiamo a Firenze oltre all’errore di Leo c’è anche il terzino che arriva tardi. La nostra difesa gioca di reparto, è tutto il reparto che deve migliorare”.

I quarant’anni: “Ancora non so cosa farò domenica. Mi hai guardato in modo strano, lo che ne dimostro molti di più. I ricordi? Tutti pensano alle vittorie, ma io non festeggiavo tantissimo quando vincevo, pensavo sempre alle sfide successive. Soffrivo tanto alle sconfitte. Istanbul e la sconfitta di Yokohama col Boca invece le ho vissute malissimo, erano sconfitte che bruciavano molto, ma qui era pieno di persone pronte a darti una mano”.

Ancora sulla partita: “Sarà un match davvero molto difficile, dobbiamo essere molto concentrati”.

Calhanoglu mezz’ala: “Deve lavorare ancora prima di fare quel ruolo, deve coprire meglio il campo, in questo momento, invece, il suo ruolo è quello che avete visto nelle ultime partite”

Jankto e Dembele: “Sono giocatori fortissimi, ma non so da dove escano questi nomi, io non li ho mai fatti con Fassone, Mirabelli e Han Li. Abbiano tanti giocatori e in caso di assenze possiamo anche fare un centrocampo a due e abbiamo anche Locatelli”.

Le partite a Natale: “E’ stato un successo, qualcosa di bello. Bellissimo vedere gli stadi pieni e so che le tv sono contente. Poi è difficile preparare le partite, ma in Inghilterra sono abituati a farlo. Ha ragione Guardiola? Potevo farmi gli affari miei, perché ho preso questa direzione [ride ndr]. Loro comunque sono abituati, anche se non è facile fare 4 partite in così pochi giorni, forse c’è qualcosa da rivedere e farlo come in Italia”.

La freschezza atletica: “I due giorni di riposo sono stati utili a livello mentale e fisico, abbiamo lavorato bene in settimana, ho visto una squadra più fresca. La settimana di riposo? E’ obbligatoria per i calciatori, gli abbiamo dato un programma. Hanno tre giorni di riposo assoluto e poi spero facciano quello che ci siamo detti per arrivare preparati e non soffrire i carichi di lavoro che li aspettano”.

Il calendario: “Non possiamo fare calcoli in questo momento, dobbiamo pensare una partita alla volta, non abbiamo la freschezza per fare dei calcoli”.

Gli attaccanti: “Mi ha sorpreso molto che Kalinic ha deciso di venire a lavorare anche nei giorni di vacanza, avete visto tutti la sua caviglia. La voglia di Patrick Cutrone la conoscete tutti e André Silva per me è un giocatore incredibile per l’età che ha. Può fare di più , è vero, ma è anche vero che ha avuto poche chance. A Kalinic ho dato più chance, è anche stato sfortunato, nel complesso sono contento dei miei attaccanti, poi se non fanno gol è difficile giudicarli è vero”.

La prima parte di stagione: “Siamo una squadra che può dare molto di più, ci sono tanti giocatori che non hanno dato quanto avrebbero potuto, non voglio dare voti, ma si poteva fare molto, molto di più”

Calhanoglu: “Domani potrebbe partire titolare, ma non guardo solo a Firenze, ma anche al derby è in salute. In questo momento è difficile fare delle scelte, si stanno allenando tutti bene. Domani potrebbe partire dal primo minuto”.

Il calciomercato: “Non ci sono problemi, ad oggi nessuno mi ha chiesto di andare e via e la società sa che per me siamo a posto così, non sono frasi di circostanza. Il mio mercato sarà far rendere al meglio chi ho già in rosa, questa è la mia sfida. Sono sereno perchè penso e credo che non faremo nulla. Se voglio un regalo? Non voglio perdere nessuno per strada per infortunio, è questo il regalo che vorrei dalla fortuna, poi mi aspetto solo di dare fiducia questa squadra”

La classifica: “Non è bellissima, è vero, ma è anche vero che siamo in semifinale in Coppa Italia e ai sedicesimi di Europa League. Il campionato non lo possiamo sottovalutare, siamo in lotta per l’Europa League e fino a quando la matematica non ci condanna anche la Champions. Oggi vado alla ricerca di una crescita per chi ha reso poco e anche di una squadra. Anche se non siamo bellissimi voglio vedere una classifica diversa rispetto a quella che vedo ora”.

Le critiche: “In questo momento devo solo migliorare la classifica, poi di quello che pensano gli altri me ne faccio una ragione. Devo far capire ai ragazzi che non siamo bellissimi, ma solidi”.

La partita: “Dovremo stare attenti in transizione, non regalare campo, il contropiede è la loro miglior caratteristica. Hanno vinto solo una delle ultime 5, ma contro Lazio e Napoli hanno fatto bene. Dobbiamo rispettarli”

Su Zenga: “E’ un grandissimo personaggio, mai banale. E’ un idolo, per tanti anni è stato uno dei migliori portieri al mondo. Parlare con lui è molto piacevole, l’ho incontrato un paio di volte. E’ vero, abbiamo tanto in comune, abbiamo fatto entrambi esperienze all’estero ed è una persona vera, un personaggio incredibile”.

Si comincia: “Per noi oggi non ci sono partite abbordabili, è il campionato a dirlo. Dobbiamo prepararla bene, in questi giorni lo abbiamo fatto. Sarà una partita dura, non dobbiamo pensare a far le valigie, ma solo ai tre punti”.

E’ tutto pronto a Milanello, tra pochi istanti inizierà la conferenza stampa della vigilia di Milan-Crotone, gara valida per la 20^ giornata di Serie A. Il Milan di Gennaro Gattuso ospiterà il Crotone di Walter Zenga. Queste le parole del tecnico rossonero a poco più di 24 ore dal fischio di inizio della partita.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Zenga: “San Siro per me è tutto. Voglio un Crotone coraggioso”

Calciomercato – Milan, si allontana Baselli

Calciomercato, il Milan su due giovani sudamericani

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy