LIVE PM – Gattuso: “Non riusciamo a reagire, ci abbattiamo subito. Ora muti e pedalare”

LIVE PM – Gattuso: “Non riusciamo a reagire, ci abbattiamo subito. Ora muti e pedalare”

Dalla pancia del Rujevica Stadion, le parole di Gennaro Gattuso in conferenza stampa al termine di Rijeka-Milan: leggile in diretta con noi

di Luca Fazzini, @_lucafazzini
Gennaro Gattuso in conferenza stampa Milan

Dal nostro inviato al Rujevica Stadion, Luca Fazzini

Termina qui la conferenza di Gennaro Gattuso

Sulla scelta di aver rinunciato ad alcuni elementi: “L’aver lasciato giocatori a casa non dev’essere una scusante. Bisogna metterci la faccia, abbiamo fatto una figuraccia. Abbiamo indossato la maglia del Milan e siamo qui a parlare di un risultato negativo e di una prestazione non bella”.

Se questa partita è stata utile: “Quando ho lasciato a casa tanti giocatori, sapevo a cosa andavo incontro. Un risultato positivo ci avrebbe dato forza. Ho fatto questa scelta per dare qualcosa in più sulle gambe, ho portato Montolivo e Bonucci per dare un segnale che tenevo a questa partita, pur tenendoli in panchina. Quando cambi tantissimo, si sa che si può far fatica. Bisogna guardare avanti, sappiamo che la partita con il Bologna è fondamentale. Non si può sbagliare. Mi aspettavo di più, so come si allenano e come avevamo preparato la partita”.

Se il Milan fosse rimasto con la testa ancora a Benevento: “Sarebbe facile dire di sì, ma non è così. E’ una partita di Europa League, tanti giocatori non giocano da protagonisti. Come prendiamo una legnata nei denti, non ci ripendiamo più. Ho la sensazione che non riusciamo a reagire. Ci dobbiamo dare tutti una svegliata, io per primo”.

Sull’atteggiamento: “Anche se c’era poca posta in palio, si indossa sempre la maglia del Milan: bisogna rispettarla, non pensate che tutto questo non mi bruci. Abbiamo fatto giocare giocatori che necessitavano di minutaggio, abbiamo un bisogno fottuto di cambiare il trand e la mentalità. Il possesso palla non conta nulla, bisogna giocare con veemenza e voglia. Non è solo questione di mentalità o voglia, ci sono tanti aspetti da valutare. Tante volte qualcuno vorrebbe fare qualcosa in più, ma non ci riesce”.

Sulla depressione attorno alla società: “Io penso solo a far migliorare la società, al resto pensano gli altri. Le mie problematiche sono a livello sportivo, dobbiamo invertire il trand perchè così non si va da nessuna parte”.

Su André Silva: “Non c’è cosa migliore di dimostrare il tuo valore giocando 90 minuti. Conosciamo il valore di André Silva, ma deve dimostrarlo in ogni partita. Oggi ha fatto fatica, oggi sembrava un corpo estraneo in campo. In queste partite gli avversari giocano come fosse una coppa del mondo, non ti fanno respirare. Quando hai la possibilità di giocare 90′ in Europa, si deve fare di più”.

Si inizia: “Abbiamo lasciato a casa alcuni giocatori importanti, l’ho deciso io. La partita per noi non era importante, ma le scelte sono mie, la responsabilità è mia. Ho la sensazione che la squadra si abbatte e scompare subito quando succede qualcosa di negativo, dobbiamo lavorare su questo. Le responsabilità sono mie, i giocatori li ho fatti scendere io in campo. Bisogna lavorare, stare muti e pedalare, cercando di capire cosa non va. A livello mentale non riusciamo a reagire”.

Amici di Pianetamilan.it, un saluto dalla sala stampa del Rujevica Stadion: dopo il 2-0 subito da Rijeka, mister Gennaro Gattuso parla in conferenza stampa, analizzando la sfida croata. Segui con noi le sue dichiarazioni in diretta!

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Gattuso a Sky: “Sconfitta che fa male. Responsabilità tutta mia”

Rijeka-Milan: le nostre pagelle

Europa League, Rijeka-Milan: rivivi il match con la nostra diretta testuale

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy