Napoli-Milan, Pioli: “Alziamo obiettivo e livello. Ibra arrabbiato perché …”

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – Stefano Pioli, tecnico rossonero, ha parlato a ‘Sky Sport’ al termine di Napoli-Milan del ‘San Paolo’: ecco le sue dichiarazioni

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Intervista Pioli, dichiarazioni post partita Milan (Grafica)

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWSStefano Pioli, tecnico rossonero, ha parlato ai microfoni di ‘Sky Sport‘ al termine del big match Napoli-Milan del ‘San Paolo‘. Queste le dichiarazioni di Pioli:

Sulla partita: “E’ stata dura per la qualità dei nostri avversari, avevamo speso tantissimo a livello mentale contro la Juventus. Nel secondo tempo la squadra ha fatto molto meglio e siamo riusciti a portare a casa un risultato positivo importante”.

Sul momento del Diavolo: “Il fatto di sapere stare dentro la partita è una situazione che una squadra forte deve sapere leggere. Le difficoltà ci sono. Abbiamo giocato contro Roma, Lazio, Juventus e Napoli, le squadre più forti del campionato e siamo stati all’altezza. Abbiamo fatto un grandissimo gol. Il Napoli ha palleggiato meglio di noi nel primo tempo, noi meglio nel secondo. Ibra era arrabbiato nel momento della sostituzione perché stavamo perdendo e perché si poteva fare meglio”.

Su come si vede la sua mano nel Milan: “Sono sempre stato convinto delle qualità della mia squadra e dei miei giocatori. Per costruire una filosofia di gioco ci vuole tempo. Lavoriamo insieme da poco. Però è stato abbastanza per diventare squadra, ne siamo consapevoli, è giusto alzare l’obiettivo ed il livello. Contro le squadre davanti a noi arrivano prestazioni e risultati, ma giocare ogni 3 giorni è durissima. I giocatori sono stravolti, ma c’è ancora tanto da fare. Bisogna stringere i denti”.

Sul gol preso da Giovanni Di Lorenzo: “E’ vero che ci prendiamo dei rischi perché partiamo bassi ma andiamo alla ricerca della palla. Se stai alto, hai dei vantaggi e degli svantaggi. Se stai basso, sai che rischi puoi correre. Dovevamo stare più attenti come linea a coprire quello spazio”.

Su Franck Kessié e Ismaël Bennacer: “Stanno veramente dando un rendimento importante, si stanno conoscendo sul campo, ci danno ottime situazioni, ci danno coperture. Hanno tirato la carretta fino ad oggi, ma ci aspettano 6 partite importantissime. Vedremo di volta in volta, è stata una settimana molto molto impegnativa, sicuramente mercoledì qualche cambio lo farò”.

Sul suo futuro: “Me lo chiedono in tanti, ma non lo dico per chissà quale motivo. Non sto pensando al futuro. Alleno un grande club e giocatori che mi hanno sempre dato disponibilità totale. Dal 3 agosto ci sarà tempo per prendere delle decisioni, le decisioni verranno prese insieme. E’ dura anche per noi allenatori giocare ogni tre giorni, non posso perdere tempo su cose che non posso controllare, voglio concentrarmi sui miei calciatori, quelli li posso controllare”.

PER LE PAGELLE DEI CALCIATORI ROSSONERI STILATE DALLA NOSTRA REDAZIONE, CONTINUA A LEGGERE >>>

SEGUICI SUI SOCIAL : CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy