Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

INTERVISTE

Montella: “Milan, continuità importante: darà fastidio a tutti”

L'intervista di Vincenzo Montella (ex allenatore AC Milan) a 'La Gazzetta dello Sport' | Milan News (Getty Images)

Vincenzo Montella, ex allenatore del Milan oggi in Turchia, ha parlato anche della sua esperienza all'Adana Demirspor e di Mario Balotelli

Daniele Triolo

Vincenzo Montella, ex allenatore del Milan ed oggi nella Süper Lig turca, alla guida dell'Adana Demirspor, ha rilasciato un'intervista ai microfoni de 'La Gazzetta dello Sport' oggi in edicola. Alcune delle dichiarazioni più importanti dell'Aeroplanino.

Montella sul perché ha accettato la sfida in Turchia: "Mi hanno incontrato a Roma, poi sono andato io ad Adana. Mi hanno convinto in fretta perché loro avevano le idee chiare e io una gran voglia di rimettermi in gioco e ripartire".

Montella su come si trova ad un mese dall'esordio: "Benissimo. L’Adana è una società che mancava da 27 anni nella massima serie, ma è molto organizzata. Dal centro sportivo alle strutture, non manca nulla per lavorare e far crescere squadra e club. Abbiamo campi all’altezza, uffici per lo staff, palestra, piscina. Viaggiamo per le trasferte con voli privati. Il nostro pubblico, nonostante le restrizioni, è il più presente del campionato. La città è piacevole e si mangia anche molto bene".

Montella sul suo centravanti, Mario Balotelli: "Ha fatto 4 gol consecutivi in 4 gare diverse: sta ritrovando la forma migliore, i colpi li ha sempre avuti. Ed è mosso da un grande obiettivo che lo spinge".

Montella sull'obiettivo di Balotelli: "Tornare in Nazionale: è la sua idea fissa. E farò di tutto per aiutarlo. Parliamo tanto e da quando sono qui si allena e si comporta sempre bene. Ha grande voglia. Non è ancora al 100%, ma vuole arrivarci presto per riproporsi in chiave azzurra".

Montella sull'obiettivo dell'Adana Demirspor: "L’obiettivo è... non avere obiettivi. Sarà fondamentale mantenere la categoria, ma poi vorrei una crescita continua e vedere dove ci porterà. Senza porsi limiti e sentirsi appagati, ma restando umili".

Montella su un suo possibile ritorno in Italia: "No, non ci penso. Sono qui, ho appena iniziato: voglio vivere pienamente questa esperienza, conoscere meglio il calcio turco, ottenere risultati, valorizzare i giocatori. Penso solo a questo. Avevo voglia di ripartire, non covo rimpianti o rancori, penso al futuro e alle pagine da scrivere. A partire da questa in Turchia".

Montella sul Napoli in vetta alla Serie A: "La rosa è forte e conosco benissimo Luciano Spalletti, l’ho avuto come tecnico. È sempre stato il mio preferito. Sa allenare e come chi è stato fermo un paio d’anni è pieno di energia. È abituato alle grandi piazze come Roma, Milano, San Pietroburgo. Sapevo che avrebbe trovato subito il feeling con Napoli".

Montella sul Napoli favorito per lo Scudetto: "Non diciamolo perché Luciano si arrabbia, ma il Napoli è un serio candidato. Insieme all’Inter, che è lì e ha margini di crescita. Ma anche la Juventus può rientrare in corsa perché Massimiliano Allegri le sta ridando il vecchio spirito e la compattezza difensiva. Per ora sta lavorando su quello, il resto arriverà. Alla lunga la storia del club e la mentalità peseranno".

Montella sul Milan: "Sta avendo una continuità importante, sfruttando la crescita dei suoi giovani che possono solo migliorare, e aspetta Olivier Giroud e Zlatan Ibrahimovic. Darà fastidio a tutti". Le Top News di oggi sul Milan: ritorno di fiamma per Belotti, spunta la clausola di Pioli

tutte le notizie di