Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Milan Primavera, Brescianini: “Quanti consigli da Ibrahimovic…”

Marco Brescianini, centrocampista del Milan Primavera (credits: acmilan.com)

La Gazzetta dello Sport, in edicola questa mattina, ha riportato le dichiarazioni che Marco Brescianini ha rilasciato a Radio Rossonera

Salvatore Cantone

NEWS MILAN - La Gazzetta dello Sport, in edicola questa mattina, ha riportato le dichiarazioni che MarcoBrescianini, centrocampista del Milan Primavera, ha rilasciato a Radio Rossonera.

Sulla sua giornata tipo: "Guardo le ultime notizie del telegiornale, ascolto musica e vedo serie tv. Al pomeriggio cerco di allenarmi a casa per quello che posso facendo esercizi basati sulla forza sia per gli arti superiori che inferiori. Di sera solitamente guardo un film".

Sui suoi film preferiti: "La mia serie tv preferita è Peaky Blinders. Difficile scegliere un film preferito, di sicuro il mio regista preferito è Quentin Tarantino quindi dico: Django, Pulp Fiction e The Hateful Eight. La mia canzone preferita è Power di Kanye West".

Su cosa avrebbe fatto se non avesse fatto il calciatore: "Avrei proseguito con gli studi e sarei diventato disegnatore meccanico. In alternativa, restando in ambito sportivo, direi personal trainer o preparatore atletico".

Su quali sono i suoi calciatori preferiti: "Per mentalità dico Cristiano Ronaldo perché ha sempre lavorato duramente per raggiungere i suoi obiettivi. Sono cresciuto avendo il Milan nel cuore, la mia famiglia è tutta milanista, cito Kakà che è la figura alla quale mi sono ispirato di più. Essendo io una mezzala, il mio giocatore preferito di oggi è Kevin De Bruyne del Manchester City".

Sul suo momento più bello e quello invece più difficile: "Il momento più difficile è stato quando per 2/3 anni giocavo poco nel settore giovanile anche per via del mio fisico ma l'impegno e la voglia negli allenamenti non mancavano mai; in quei momenti ho imparato a non mollare. Uno dei momenti più belli è accaduto la scorsa estate quando durante l'International Champions Cup mi è stato concesso di giocare qualche minuto contro Bayern, Benfica e Manchester United".

Sul compagno più casinista, su quello più chiacchierone e su quello più forte: "Casinista Matteo Soncin. Alessandro Sala parla molto sia in campo che fuori. Il più forte sono io (sorride n.d.r.); scherzi a parte, il livello è alto e non sarebbe giusto citarne solo uno. Siamo tutti forti".

Sui giocatori della Prima Squadra rossonera: "Il giocatore che mi ha impressionato di più è Ismaël Bennacer perché nonostante un fisico minuto riesce a primeggiare nei duelli individuali e ha un'elevata tecnica di base. Tra i giocatori che mi hanno dato più consigli direi Ignazio Abate nella scorsa stagione; Zlatan Ibrahimovic, Hakan Calhanoglu, Lucas Biglia e Alessio Romagnoli in questa. Loro tendono sempre a dare una mano ai ragazzi più giovani".

Sul giocatore a cui ha provato a rubare qualche segreto in campo: "Ho provato a rubare qualche segreto dai giocatori che in campo giocano nel mio ruolo: Giacomo Bonaventura e lo stesso Bennacer. Mi ha inoltre molto colpito la mentalità di Ibrahimovic: anche durante le partitelle vuole sempre vincere".

Chiusura con un appello: "Dico a tutti di restare a casa! Perché un piccolo contributo da parte nostra può salvare molte vite. Il numero delle ambulanze che si sentono vicino a casa mia è impressionante, vivo nella zona di Brescia che è una delle più colpite insieme a Bergamo. Ci tengo a ringraziare tutti i medici, il personale sanitario e la protezione civile che sono in prima linea"

SEGUICI SUI SOCIAL : CLICCA QUI ⇓

tutte le notizie di

Potresti esserti perso