Merkel: “Legato a van Bommel. In Italia troppa tattica, meglio l’Olanda”

MILAN NEWS – Alexander Merkel, classe 1992, ex centrocampista del Milan ed oggi all’Heracles, in Olanda, è intervenuto in diretta su ‘Instagram’

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Alexander Merkel Heracles

MILAN NEWSAlexander Merkel, classe 1992, centrocampista tedesco di origini kazake che, con il Milan, vinse lo Scudetto nella stagione 2010-2011, in una direttaInstagram‘ sulla pagina ‘Acerbis Sport‘ ha rivelato: “Sono legatissimo a Mark Van Bommel, mio condòmino e fino a pochi mesi fa allenatore del PSV Eindhoven”.

Merkel ha poi proseguito parlando della sua avventura in Olanda, con l’Heracles Almelo: “L’Heracles è stato fermato come tutti qui in Olanda dal coronavirus quando mancavano otto giornate e avrebbe potuto risalire fino alle prime posizioni. La cultura del calcio olandese e l’Eredivisie mi piace: poca tattica e molta voglia di andare a cento all’ora per segnare. In Italia la tattica è abbinata a grande qualità, se fai un errore paghi. Oltre all’Atalanta mi piace come giocano Roma, Lazio, Napoli, Juventus e Sassuolo”.

Infine, Merkel ha svelato le le caratteristiche di Lennart Czyborra, da gennaio giocatore dell’Atalanta: “È stato un mio compagno e lo conosco bene. Può diventare forte. Ha giocato un anno e mezzo con me qui ad Almelo, è bravo. Fisicamente è molto forte, sa correre e spingere. Serve pazienza con lui, perché è ancora molto giovane. Può diventare un buon giocatore, non so se diventerà un grande”.

Poi ha confidato un retroscena simpatico sul difensore della ‘Dea‘ nato a Berlino: “Nello spogliatoio gli piaceva cantare, faceva le improvvisate di vari generi e ci faceva ridere tutti. Un ragazzo molto allegro, Czyborra”. QUI, INVECE, IL RICORDO DI PIPPO INZAGHI DI MILAN-NOVARA DEL 2012 >>>

SEGUICI SUI SOCIAL : CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy