Inzaghi: “Ero curioso di andare al Sud: ecco come ho legato con i calciatori”

MILAN NEWS – Filippo Inzaghi, tecnico del Benevento, capolista della Serie B, ha confessato anche di essere contento per l’amico e collega Alessandro Nesta

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Filippo Inzaghi Benevento

MILAN NEWSFilippo Inzaghi, ex attaccante ed ex allenatore del Milan, oggi tecnico del Benevento, capolista in Serie B, ha rilasciato un’intervista ai microfoni de ‘La Gazzetta dello Sport‘ oggi in edicola. Queste le dichiarazioni di Inzaghi:

Su quanto orgoglio ci ha messo nella sua avventura nel Sannio: “Era soprattutto curiosità, anche per la prima volta al Sud. Sapevo la forza della società e della squadra e sono stati bravi i ragazzi”.

Su come ha fatto a conquistare i suoi ragazzi: “Sono sempre stato leale, anche a costo di far male. Hanno anche apprezzato il lavoro e l’impegno mio e dello staff. Non rimprovero mai un giocatore per un errore, ma per la mancanza di atteggiamento giusto e quello c’è sempre stato”.

Su un Inzaghi diverso che tornerà in Serie A: “Ogni anno si migliora e ci si aggiorna. Io ho capito che non è solo l’allenatore a determinare, ma i giocatori: noi dobbiamo preparare bene le partite”.

Sui tecnici che gli sono piaciuti in Serie B: “Tanti. Sono contento per Alessandro Nesta, che ha fatto bene ed è un amico, come Giovanni Stroppa. Vincenzo Italiano ha fatto vedere un ottimo calcio, Attilio Tesser sta facendo cose straordinarie, mi piacciono Fabio Caserta e Luca D’Angelo. Cambiano moduli e sono lo stesso sempre concreti. E poi è tornato Alfredo Aglietti: un brutto cliente per tutti”. LEGGI QUI I RICORDI DI ATENE 2007, QUANDO INZAGHI FECE UNA DOPPIETTA >>>

SEGUICI SUI SOCIAL : CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy