Filippo Inzaghi: “Simone poteva finire al Milan: non lo presero perché …”

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – Filippo Inzaghi e Simone Inzaghi: fratelli, ex attaccanti ed oggi allenatori. Retroscena di SuperPippo al ‘Festival dello Sport’

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Filippo Inzaghi, una vita al Milan. Simone rossonero mancato

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWSFilippo Inzaghi e Simone Inzaghi: fratelli, ex attaccanti in Serie A, e, oggi, rispettivamente allenatori di Benevento e Lazio. I fratelli Inzaghi sono intervenuti al ‘Festival dello Sport‘ organizzato da ‘La Gazzetta dello Sport‘, rilasciando delle dichiarazioni interessanti.

In particolare, Filippo ha ricordato, così come ha riportato la ‘rosea‘ in edicola questa mattina: “Papà ci ha sempre seguito, era dirigente al San Niccolò: noi eravamo sotto età e dovevamo far risultare che avevamo due anni in più per poter giocare. È sempre stato un grande tifoso del Milan, ci portava a vedere il Piacenza. Ci ha trasmesso la passione”.

L’ex centravanti (126 gol in 300 gare) ed ex allenatore (stagione 2014-2015) del Milan ha però anche rivelato: “Quando io ero ancora alla Juventus, Simone poteva finire al Milan: non lo presero perché aveva dei problemi alla schiena. Come doti tecniche era migliore di me, ma è stato sfortunato dal punto di vista fisico. Altrimenti avrebbe fatto meglio. Ha segnato 4 gol in una partita di Champions League: non ci sono riuscito nemmeno io”.

MILAN, BILANCIO IN PERDITA DI 195 MILIONI DI EURO: I MOTIVI DEL ROSSO >>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy