news milan

Il Milan e la Nazionale: ecco come sono andati i rossoneri

Mattia De Sciglio, ex terzino dell'AC Milan (credits: GETTY images)

Tantissimo Milan in ieri in campo, tra le fila dell'Italia, contro la Spagna. I rossoneri, tra alti e bassi, in generale hanno convinto

Salvatore Cantone

La Nazionale Italiana ha disputato ieri sera a Torino il match contro la Spagna, valido per le qualificazioni ai Mondiali 2018 in Russia. La partita degli azzurri è stata di assoluta sofferenza, con gli iberici che hanno dominato gran parte della gara, ma dopo il rigore trasformato da De Rossi, gli uomini di Ventura hanno avuto anche qualche occasione potenziale per vincere la partita, prendendosi comunque un pareggio che può essere fondamentale in ottica qualificazione. In questo contesto, andiamo ad analizzare le prestazioni dei rossoneri scesi in campo ieri sera.

Alessio Romagnoli è stato probabilmente uno dei migliori insieme ad Andrea Barzagli. Il giovanissimo difensore del Milan, nonostante non sia abituato a giocare in una difesa a 3, ieri ha sfoderato un’ottima prestazione, non andando mai in difficoltà con i grandi palleggiatori spagnoli, anzi, qualche volta ha cercato anche di portare in avanti la manovra, spingendosi in avanti e provando ad effettuare qualche verticalizzazione. Considerando che si trattava dell’esordio e considerando l’avversario affrontato, Alessio ha superato l’esame con il massimo dei voti.

De Sciglio ha giocato come esterno nel 3-5-2 schierato da Ventura, e ha disputato una partita in chiaroscuro, alternando cose buone ad altre meno buone. La sua prova non può essere considerata completamente negativa, visto lo spessore degli avversari affrontati, ma sul gol di Vitolo, sale in ritardo, non seguendo la linea difensiva che si era alzata per fare il fuorigioco, anche se ovviamente  la responsabilità maggiore è di Buffon. In ogni caso, Mattia può sicuramente fare di più, visto le prestazioni sfoderate nello scorso Europeo. Da lui ci si aspetta sempre un salto di qualità, che per il momento non arriva.

Italia-Spagna verrà ricordata soprattutto da Riccardo Montolivo, che ha riportato la lesione del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro. Il capitano sarà sottoposto ad un’operazione e ritornerà in campo tra 5-6 mesi. Sarebbe inutile parlare della sua partita di ieri, visto la gravità dell’infortunio subito. L’augurio è di ritrovarlo il prima possibile in campo. L’ultimo rossonero che ha giocato ieri, entrato proprio al posto di Montolivo, è Jack Bonaventura, che ha disputato una buona gara fatta di corsa e di intensità . L’ex atalantino si è impegnato molto, cercando soprattutto di intercettare le linee di passaggio degli spagnoli, numeri 1 nel gestire il possesso di palla. Nonostante comunque una partita di sofferenza, Jack ha cercato di creare qualche situazione pericolosa, portandosi a casa una sufficienza.

E Donnarumma? Il baby fenomeno è rimasto in panchina a guardare il suo idolo Gianluigi Buffon, che ha commesso il clamoroso liscio che ha portato alla rete spagnola. Incidente di percorso che capita anche ai più forti del Mondo, ma chissà che l’ora di Gigio arrivi prima di quanto si pensi... lui apprende dal suo mito (speriamo non la papera di ieri) e aspetta il suo momento.

"TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

"SEGUICI SU:

tutte le notizie di

Potresti esserti perso