ICC – Poli dà la scossa al Milan: “Basta parole, ora servono i fatti”

ICC – Poli dà la scossa al Milan: “Basta parole, ora servono i fatti”

Da Chicago, dove il Milan sta preparando l’International Champions Cup, ha parlato il centrocampista rossonero Andrea Poli

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Il Milan si trova a Chicago, Illinois, per disputare la International Champions Cup, competizione dove affronterà il Bayern Monaco (nella notte tra mercoledì 27 e giovedì 28 luglio, quando in Italia saranno le 3 del mattino), il Liverpool ed il Chelsea: i rossoneri, agli ordini del tecnico Vincenzo Montella, si allenano presso il ‘Flames Field’ della University of Illinois per preparare al meglio le partite in programma. Questo pomeriggio, alle ore 18:30 ora americana, la squadra rossonera scenderà in campo per l’allenamento di rifinitura al ‘Soldier Field’, impianto dove verrà giocata la gara contro i bavaresi di Carlo Ancelotti; intanto, ieri, alcuni giocatori del Milan hanno incontrato i tifosi all’Adidas Store di Chicago per una sessione di foto ed autografi: tra questi, il centrocampista Andrea Poli.

Poli, impiegato poco nel corso dell’ultima stagione, nei suoi tre anni al Milan ha messo insieme 96 presenze, a pochi passi dunque dalle 100 partite in difesa dei colori del Diavolo: “Sono davvero un bell’obiettivo e un bellissimo traguardo – ha raccontato l’ex Inter e Sampdoria da Chicago, dichiarazioni riportate da ‘gazzetta.it’ -. Significa che nelle difficoltà ho risposto presente e che il mio senso di responsabilità è alto. Mihajlovic diceva che mi teneva in panchina perché rendo meglio quando entro a gara in corso? Ho sempre rispettato le sue decisioni, ma io lavoro per giocare dal primo minuto. E devo dire che fortunatamente in carriera sono state molto maggiori le presenze da titolare”.

Il 27enne mediano, è appena sbarcato sui social (Twitter ed Instagram) ed ha spiegato i motivi della sua scelta: “Lo scopo è stare un po’ di più coi tifosi, condividere i momenti della vita in rossonero. Ultimamente è stata difficile, ma a tutti sono rimaste buone sensazioni dalla finale di Coppa Italia contro la Juventus – ha rivelato Poli -. Uno spirito che bisogna riproporre, anche se con questa maglia addosso è qualcosa che dovrebbe venire automatico. Il tempo delle parole, però, è finito, occorrono i fatti sul campo. In questo periodo stiamo costruendo il gruppo, cercheremo di compattarci il prima possibile. Montella? E’ un calcio basato sul possesso palla, l’obiettivo è fare un gioco propositivo, cercando anche di divertirsi. E’ qualcosa che è mancato, negli ultimi anni. Con lui comunque in allenamento ci si diverte, perché la sua filosofia è comandare il gioco, e quando lo comandi ti diverti. Intendiamoci, è una persona assolutamente seria sul lavoro: è un tecnico esigente e applicato”. Infine, Poli ha rivolto un accenno alle incertezze societarie: “Noi giocatori dobbiamo isolarci il più possibile, ma devo ammettere che c’è curiosità per capire come finirà la vicenda”.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Ménez rientra in Italia: è sul mercato

Donnarumma giura amore eterno al Milan e lancia la sfida: “Voglio l’Europa”

Milan, l’ombra dello Stato dietro Sonny Wu e Steven Zheng

Cessione Milan: avanti tutta, ma la firma tarda

Dalla Spagna – Il Barcellona si muove per Bacca: il punto

SEGUICI:

Su Facebook

Su Twitter

Sulla nostra nuova ‘App’

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy