Gattuso a RAI Sport: “Piatek un cecchino. Bakayoko fondamentale per noi”

Gattuso a RAI Sport: “Piatek un cecchino. Bakayoko fondamentale per noi”

Il tecnico rossonero Rino Gattuso ha commentato così la prestazione del Milan al termine dei quarti di finale di Coppa Italia contro il Napoli

di Edoardo Lavezzari, @Edolave

Intervistato da RAI Sport al termine di Milan-Napoli di Coppa Italia, Rino Gattuso ha rilasciato queste dichiarazioni: “I complimenti vanno ai ragazzi, hanno fatto una grandissima partita contro il Napoli. Ci siamo difesi molto, molto bene, poi gli abbiamo fatto male con la qualità di Paquetà e Piatek e le accelerazioni di Castillejo”.

Piatek: “Il secondo gol se lo è inventato, è uno che negli ultimi 20 metri è un cecchino. E’ molto bravo, ci sta dando una grandissima mano, ma oggi i complimenti vanno a tutta la squadra, ci siamo difesi molto, molto bene e siamo stati capaci di soffrire, poi a Piatek faccio i complimenti”.

La difesa: “Dobbiamo lavorare da squadra. Anche a inizio stagione abbiamo fatto un grande calcio per 5/6 partite, poi abbiamo trovato contro grandi portieri. In questo momento siamo più solidi, abbiamo tanta qualità, anche nei singoli come Paquetà e Piatek, ma è la squadra ad essere cresciuta. Siamo solidi e se stiamo bene possiamo fare questo e altro”.

La partita: “Il Napoli è una squadra che ti fa abbassare, costruisce con i difensori e i centrocampisti e usa i terzini come attaccanti aggiunti. E’ una squadra che ti mette in difficoltà, devi essere attento e bravo e noi lo siamo stati oggi, anche con i terzini e gli attaccanti esterni che hanno aiutato. Abbiamo fatto una grandissima partita difensiva”.

La formazione: “Suso veniva da un infortunio e sugli esterni contro di loro serve freschezza per questo ho cambiato tutti e quattro gli esterni, li avevo visti bene in allenamento. Laxalt non aveva fatto bene fin qui, quindi questa partita è servita per dargli fiducia. Io cercavo freschezza sulle fasce”.

Bayakoko: “E’ un vertice basso atipico, perchè tante volte non ribalta l’azione lanciando, ma puntando l’avversario perchè ha grande fisicità. Rischia, ma poi regala superiorità numerica e poi è cresciuto tantissimo in fase di interdizione, per noi è un giocatore molto importate”.

Inter-Lazio: “Guarderò la Roma, dobbiamo preparare quella partita, non guarderò altro”.

La classifica: “Abbiamo avuto qualche occasione per allungare come con Bologna e Frosinone e non li abbiamo sfruttati sbagliando approccio alla partita. Dobbiamo migliorare in questo senso, volare bassi e lavorare con umiltà. Dobbiamo avere 11 giocatori in campo che lavorano tutti e questo lo stiamo facendo, quindi sono molto soddisfatto”.

Le due punte: “E’ vero che Higuain e Piatek sono giocatori diversi, ma giocare con il centrocampo a quattro non mi piace perchè in Italia ci sono tantissime squadre che palleggiano. Preferisco avere una squadra rispetto a due linee da quattro e le due punte, quando lo abbiamo fatto non mi è piaciuto”.

MILAN-NAPOLI: LE NOSTRE PAGELLE

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy