GALLIANI: “Niang felice di restare. Perotti? Il mercato è chiuso”

GALLIANI: “Niang felice di restare. Perotti? Il mercato è chiuso”

L’AD del Milan, Adriano Galliani, fa il punto sul calciomercato del Milan e torna a parlare di derby e soprattutto di classifica

di Edoardo Lavezzari, @Edolave
Adriano Galliani Milan

Terminata l’assemblea in Lega Calcio, l’amministratore delegato alla parte sportiva del Milan, Adriano Galliani, si è fermato a parlare alla stampa. Tantissimi gli argomenti dall’AD, a iniziare dal derby: “Sensazioni pre derby? Nessuna, ero impegnato a guardare i numeri (ride ndr). Il derby è sempre il derby e vedere San Siro pieno sarà uno spettacolo meraviglioso”.

Le parole di Barbara Berlusconi e la classifica: “Barbara ieri ha parlato dei piani per la UEFA, ma questo non significa che la squadra non sia obbligata ad arrivare in Champions League già quest’anno. Derby decisivo per la Champions? Direi di no, il campionato è una corsa di 38 tappe, comunque è una partita molto importante. L’Inter? è un’avversaria diretta per il terzo posto oltre che giocare nella nostra stessa città, per questo batterli, al di là dei punti, regala soddisfazioni uniche. Non c’é nessun favorito, abbiamo perso all’andata ma avevamo avuto due palle gol clamorose. Non facciamo pronostici, ma sarà una partita tattica. Eder? Un buonissimo attaccante, l’Inter l’ha voluto fortemente: se gioca lui però non gioca un altro, sempre undici sono”.

Il calciomercato, a partire da Niang: ” Il Leicester City ha chiamato dicendo che sarebbe arrivata un’offerta e noi abbiamo detto che eravamo pronti ad ascoltarla. La cosa si è risolta da sola: stamattina Ranieri ha chiamato e ha detto che hanno deciso di non fare offerte, non si è posto neanche il problema. Niang? E’ felicissimo di restare”.

Perotti: “Abbiamo un mare di attaccanti, è un buonissimo giocatore ma abbiamo già tanti attaccanti. Abbiamo anche El Shaarawy e Matri che sono in prestito. Il mercato è chiuso, c’è solo un’ipotesi MLS per Nocerino, ripeto: mercato chiuso chiuso chiuso”.

Balotelli e Menez: “Mario deve sbloccarsi, ha ancora paura per la pubalgia, è una questione di testa. L’ho detto anche a lui, non è cattiva volontà, lui si comporta molto bene. Menez si allena in gruppo, sta migliorando e crescendo, speriamo che ritorni”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy