Furio Fedele: “Closing? Nessuno sa cosa accadrà. Il Milan ha buttato il Derby”

Furio Fedele ha parlato a Top Calcio 24 del Milan. Tanti gli argomenti toccati: dal closing al Derby di ieri, fino ad arrivare al momento della squadra.

di Luca Fazzini, @_lucafazzini

Il Derby, che ha catalizzato le attenzioni dei tifosi per due settimane, è finito in parità. Niente di particolare, se non fosse che il pareggio nerazzurro è arrivato nei minuti di recupero. Non appena finito il match, con un po’ di rammarico per i tifosi milanisti, le attenzioni si sono subito spostate sul closing, fissato al 13 dicembre, ma sul quale rimangono ancora molti dubbi, specialmente dopo le parole di Silvio Berlusconi, rilasciate in nottata. Di questo e molto altro ha parlato Furio Fedele ai microfoni di Top Calcio 24.

Sul derby: “Non sono soddisfatto, ma il risultato è giusto. L’Inter ha meritato, il Milan ha subito in maniera sbagliata. È stata una partita avvincente: il Milan ha buttato via la vittoria, ma l’Inter ha meritato il pareggio”.
Sulle parole di Berlusconi: “Nessuno sa cosa succederà. Sono stato sempre moderatamente schierato con Berlusconi e Galliani. La lotteria dei cinesi sin qui l’ha vinta l’Inter. Penso che Suning, nonostante alcuni errori, abbia fatto sacrifici economici. Il 13 dicembre dovrebbe esserci la conferenza e l’assemblea dei soci, per un cda nuovo. Alla fine però Berlusconi ha parlato da presidente del Milan, sottolineando come voglia restare presidente onorario, come voglia dare la propria opinione sul mercato e su elementi tecnici e infine ha spezzato una lancia in favore di Galliani. Al momento c’è solo una caparra che il 13 dicembre potrebbe tramutarsi in una penale. La coreografia a me è sembrata, più che un saluto, una gratificazione, come per se si chiedessero chi c’è dopo. Al momento Fassone non va allo stadio”.

Su questo Milan: “Nessuno, a partire dal sottoscritto, avrebbe visto un Milan secondo a questo punto. Montella sta facendo un grande lavoro, rivalutando anche il mercato estivo”.

Sulla reazione di Sino-Europe a Berlusconi: “Per rispondere basta bonificare 420 milioni di euro”.

Gli scenari se saltasse il closing: “Gli investitori non riavranno i 100 milioni, ci sarà una penale. Al momento, l’AC Milan è ancora proprietà di Fininvest. Inizialmente dovevano arrivare addirittura entro il 7 dicembre. Guardiamo solo I dati ufficiali: al momento c’è Fininvest. Per il resto, sapremo dopo il 13 dicembre”.
Sul futuro: “Serve un intervento sul mercato così da arrivare secondi o terzi. Il Milan necessità dei 30 milioni della Champions”.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy