news milan

ESCLUSIVA PM – MASTALLI: “Mi manca giocare, potrei tornare. Orgoglioso del Milan e dei miei amici”

Alessandro Mastalli qui con la maglia del Milan (GETTY Images)

La redazione di Pianetamilan.it ha contattato in esclusiva Alessandro Mastalli, attuale centrocampista del Lugano, per una veloce chiacchierata a 360°

Luca Fazzini

Per parlare della situazione in casa Milan, sia a livello di Prima Squadra - con cui ha esordito lo scorso anno - sia di Primavera - di cui è stato capitano, la redazione di Pianetamilan.it ha contattato in esclusiva Alessandro Mastalli, attualmente in prestito al Lugano di mister Zdenek Zeman.

Che cosa vuol dire avere indossato la maglia del Milan?

"Per me è stato un onore averla indossata e spero con tutto il cuore di avere l'occasione per indossarla nuovamente. Posso dire che ormai è diventata una seconda pelle".

Che emozioni hai provato ad esordire in Serie A?

"Senza dubbio un'emozione indescrivibile, non saprei proprio cosa risponderti. Un'emozione unica che rimarrà per sempre nel mio cuore".

Domanda flash: che rapporto hai avuto con mister Inzaghi prima e con mister Brocchi poi?

"Due rapporti eccezionali, sia in campo che fuori".

Passiamo al presente: come va l'esperienza a Lugano? A gennaio potremo rivederti in Italia?

"A Lugano mi trovo bene, la città è veramente bellissima e i compagni sono fantastici. Detto ciò, mi manca giocare! Non so ancora niente sul futuro, ma probabilmente sì, potrei tornare in Italia, anche a causa di questa mancanza".

Il tuo obiettivo è tornare a giocare nel Milan?

"Il mio obiettivo è puntare al massimo, quindi riuscire ad arrivare in un campionato importante, magari in Serie A, giocando con continuità ma il mio sogno più grande è quello di riuscire a giocare in Champions. Sarebbe poi ancora più bello se la maglia fosse quella rossonera del Milan".

Come vedi i tuoi compagni in Primavera? Li senti ancora?

"Dopo un inizio un po' titubante ora si stanno riprendendo. Li sento spesso e ogni tanto mi capita anche di andare a trovarli. E' sempre un piacere sentirli e rivederli".

Come vedi la stagione dei ragazzi di Brocchi?

"Penso e prevedo che faranno una grande stagione. Come detto, dopo questo inizio un po' difficile possono solo migliorare e fare bene, quindi sono fiducioso e credo nel lavoro di mister Brocchi e di tutto lo staff".

Ultima domanda: cosa ne pensi dei tuoi ex compagni Donnarumma e Calabria, ora in Prima Squadra, e di Locatelli, già promosso da Galliani in Prima Squadra per l'anno prossimo?

"Beh, che dire?! Sono felicissimo per tutti e tre perché sono come dei fratelli e vederli giocare e fare bene in Serie A mi rende solamente orgoglioso e felice".

tutte le notizie di

Potresti esserti perso