Verona-Milan: Honda o Boateng? Brocchi non scioglie i dubbi

Senza l’infortunato Giacomo Bonaventura, Cristian Brocchi deve valutare se schierare domani Keisuke Honda o di nuovo Kevin-Prince Boateng

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Keisuke Honda Milan

Domani pomeriggio, alle ore 17:00, il Milan di Cristian Brocchi farà visita all’Hellas Verona di Luigi Delneri: gara, sulla carta, facile contro l’ultima in classifica, priva del suo centravanti Luca Toni e con un piede e mezzo in Serie B, ma da non sottovalutare. Visto anche l’1-1 dell’andata a ‘San Siro’. Tra i rossoneri, mancherà un elemento fondamentale dell’undici titolare, vale a dire Giacomo ‘Jack’ Bonaventura, alle prese con una piccola lesione muscolare, e che sarà valutato nella giornata di mercoledì.

Al suo posto, l’allenatore sta valutando se riproporre dall’inizio, nel match contro gli scaligeri, nuovamente Kevin-Prince Boateng, nonostante l’opaca prestazione offerta giovedì sera al cospetto del Carpi, oppure se rilanciare nella formazione titolare il giapponese Keisuke Honda, rimasto a guardare nei primi 180′ della gestione Brocchi dopo mesi da titolare fisso con Sinisa Mihajlovic. “In questo momento tutte le scelte che l’allenatore fa sono sindacabili. Ognuno fa le sue scelte, io ho il mio modo di pensare e valuto i tre centrocampisti e il trequartista in base alle loro caratteristiche e quindi quando compongo un centrocampo vedo tutte le caratteristiche dei giocatori e faccio le mie scelte”, ha spiegato Brocchi quest’oggi ai microfoni di ‘Milan Channel’.

Successivamente, in conferenza stampa, il mister rossonero ha precisato: “Non saprei dire se è più adatto Honda o Boateng, l’importante è chi gioca nei tre di centrocampo, il trequartista sarà il giocatore che si integra meglio con i tre dietro. Sono giocatori molto diversi”. Quindi, a 24 ore di distanza dal match, Brocchi non ha ancora sciolto i dubbi in vista del Verona.

Recupera Password

accettazione privacy