Brocchi sul modulo: “Non lo hanno digerito soltanto fuori dallo spogliatoio”

Nel corso della conferenza stampa alla vigilia di Verona-Milan, Cristian Brocchi ha parlato del suo 4-3-1-2: “La squadra è fiduciosa”

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Cristian Brocchi Milan

Con l’esonero di Sinisa Mihajlovic, ed l’approdo di Cristian Brocchi sulla panchina del Milan, la squadra rossonera ha abbandonato il 4-4-2 per tornare al 4-3-1-2 visto, con scarsi risultati, ad inizio stagione. Un assetto tattico tanto caro al Presidente Silvio Berlusconi e che, nell’ambiente Milan, qualcuno sembrava non poter digerire.

Oggi pomeriggio, a Milanello, nel corso della conferenza stampa di presentazione del match tra Verona e Milan di domani pomeriggio, alle ore 17:00, allo stadio ‘Bentegodi’, Brocchi ha invece spiegato come il cambio tattico sia stato metabolizzato bene dalla squadra, contrariamente a quanto si possa pensare. “Gli unici che non hanno digerito il cambio di modulo sono fuori dallo spogliatoio e questo mi sorprende. La squadra invece è fiduciosa, ha voglia di imparare. Nessuno ha messo il modulo al centro dei nostri problemi – ha sentenziato Brocchi -. Nella mia costruzione del centrocampo valuto per le caratteristiche. Io parto dal play, poi le mezzeali, il trequartista e poi le punte. Per come vedo io il calcio servono caratteristiche integrate, su questa base faccio le mie scelte”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy