Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Bologna, Viola: “Non sono al 100%. Questa l’ultima occasione per me”

Nicolas Viola del Benevento (credits: GETTY Images)

Nicolas Viola arriva al Bologna da svincolato dopo l'esperienza con il Benevento. Ecco le dichiarazioni in conferenza stampa

Renato Panno

Nicolas Viola è un nuovo giocatore del Bologna. Il centrocampista arriva da svincolato dopo l'avventura con il Benevento. Sarà a disposizione già per la gara contro il Milan in programma sabato al 'Renato Dall'Ara'? Queste le sue dichiarazioni in conferenza stampa riportate da 'TuttoMercatoWeb'.

Come sta? Può garantire minutaggio da subito? In carriera ha già avuto esperienza di passaggi in corso d'opera, ma mai da svincolato. "Mi sono allenato con un personal trainer, ma ovviamente da solo non è possibile fare tutto il lavoro. Fisicamente sto bene ma ora sono in mano a fisioterapisti e preparatori per vedere quanto mi manca per essere al 100%".

Questa è la sua più grande occasione a livello di carriera professionistica? "Questa per me è un'ottima occasione. E' per me davvero importante essere qui".

Il 14 nasce per? "L'ho portato tanto a Benevento e rappresenta tanti grandi calciatori del passato. Quando si arriva in una squadra si prendono i numeri liberi ma mi è andata bene".

Ad alcune richieste di mercato ha detto di no, come mai? "Nel mio percorso calcistico penso di non aver dimostrato appieno tutte le mie qualità. Ho aspettato l'opportunità in una squadra di un certo livello per poter far vedere quello che sono".

Ha già avuto modo di incontrare Mihajlović? Fisicamente come sta? "Si l'ho già incontrato. Lo conoscevo ma non di persona. Ho già avuto modo di parlarci, è uno molto schietto. Preferisco le persone così. Io sto fermo da tanto tempo, mi serve il giusto allenamento per mettermi in sesto, poi sono pronto".

Questi mesi da svincolato sono serviti anche per maturare? "Si è stato un percorso di crescita. Avrei potuto, non dico accontentarmi, ma accettare prima altre proposte. Avendo la maturità giusta e sapendo quello che posso dare, ho voluto aspettare e adesso sono pronto per concedermi completamente alla mia nuova squadra".

Dove si vede meglio nel tipo di gioco del Bologna? Il Bologna poi sta cercando uno specialista sulle punizioni... "Ho fatto sia il play che la mezz'ala. Deciderà il mister come impiegarmi. Riguardo i calci pizzati, qui c'è una persona che può insegnarmi tanto".

Per Bigon: l'accordo è fino a giugno? Bigon: "Si, poi eventuale rinnovo al verificarsi di determinate condizioni".

Il percorso di studio fatto l'ha aiutata nella sua carriera calcistica e in quest'ultimo periodo? "Si, mi ha aiutato tanto. Ad ogni modo ora voglio pensare tanto al Bologna. Mi mancano sette esami, sto studiando, ora col Covid è più facile dare gli esami anche online"

C'è stato qualcosa che poteva migliorare nel suo percorso? "Nel mio percorso credo di aver sbagliato qualcosa. Poi sono cresciuto, ho migliorato le mie qualità fisiche e mentali e credo di aver capito come poter dare qualcosa in più per progredire ancora".

Conosceva già qualcuno? "Si un po' De Silvestri... E ho sentito qualcuno prima di arrivare qua tramite Instagram".

Ha già avuto modo di capire qualcosa di Bologna? "Si è una società sana e solida e mi sono trovato subito bene".

Il colpo di tacco contro il Bologna? "Quello è stato un gol che mi ha permesso di ritrovare la fiducia e i ritmi che mi mancavano un po' in quel periodo della mia carriera". Idea di calciomercato del Milan: dal Portogallo il sostituto di Franck Kessie 

tutte le notizie di