Champions League, CR7 e Torres contro il tabù Milano

Sfida nella supersfida stasera a Milano: Cristiano Ronaldo e Fernando Torres sfidano se stessi e Milano per sfatare due tabù che non sembrano voler crollare

di Renato Boschetti, @RenaBoschetti
Cristiano Ronaldo, attaccante del Real Madrid, Getty Images

Strano ma vero: Cristiano Ronaldo e Fernando Torres hanno molto in comune, ma la cosa più particolare che sicuramente è sfuggita ai più è legata alla città di Milano. Due grandi campioni, che hanno vinto praticamente tutto e ovunque, sono legati da un piccolo grande tabù che cercheranno senza dubbio di sfatare entrambi questa sera: l’edizione odierna de La Repubblica, infatti, ricorda un particolare gustoso legato alle carriere dei due bomber simbolo delle squadre di Madrid. CR7, infatti, in 14 apparizioni a Milano non ha mai vinto: il mostro capace di segnare 487 reti in 670 partite ufficiali in carriera, quando vede Milano si dimentica come si fa a vincere. 14 partite giocate a San Siro, egualmente divise tra Milan e Inter, ben 10 sconfitte e solo 4 pareggi per il tre volte Pallone d’Oro.

Non va meglio per Fernando Torres, che ha sì vinto a San Siro (sarebbe stato grave il contrario vista la sua fugace apparizione la scorsa stagione al Milan) ma che ha il ben più grave peso di non essere mai riuscito a segnare una rete nella Scala del Calcio con la maglia del Milan: in rossonero solo una rete al Castellani di Empoli, con le maglie di Atletico, Liverpool e Chelsea, invece, un’unica gioia, in una lontana notte di marzo 2008. Si giocava Inter-Liverpool, terminata 0-1 per i reds grazie alla sua unica rete. Poco, troppo poco per due mostri sacri che si giocano, stasera, l’ennesima Champions della loro carriera.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy