Cessione Milan, Yonghong Li cerca soldi. Citic Bank la soluzione

Siamo al rush finale prima del closing definitivo che porterà il Milan in mani cinesi. Il Sole 24 ore fa il punto della situazione

di Redazione
Berlusconi e Han Li, foto profilo Twitter Team China Milan

Manca poco, pochissimo, e poi si saprà la verità. Sino-Europe Sports, secondo Il Sole 24 Ore, è infatti al rush finale prima del closing definitivo, che porterà nelle mani di Yonghong Li e soci il Milan.

C’è una data molto, molto vicina che i cinesi vogliono rispettare, quella del 20 ottobre. Entro quella data il nuovo consorzio vuole avere la certezza di aver raccolto tutti i fondi necessari e aver coinvolto i partner giusti per chiudere l’operazione.

Per farlo, il capocordata Yonghong Li starebbe provando a coinvolgere China Citic Bank, uno dei maggiori gruppi bancari cinesi, per avere quella fetta di finanziamento necessaria a completare (entro novembre) la raccolta dei restanti 420 milioni da girare a Fininvest. Tra le parti non è ancora stato trovato un accordo, ma pare siano molto vicine.

La Citic Bank, che venne già tirata in ballo un anno fa con Mister Bee (che poi non riuscì a trovare è i capitali necessari per completare l’operazione), è un tassello fondamentale per l’arrivo al closing. Gli acquisenti che confluiranno infatti nella cordata saranno (in tutto sei-sette) ma metteranno solo parte dei 420 milioni necessari all’acquisto del club rossonero, il resto dei soldi arriverà, appunto, dai prestiti delle banche, con l’obiettivo finale di veder ritornare quei soldi in cassa con una successiva quotazione in borsa del Milan.

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy