Cessione Milan, i rossoneri chiedono una proroga per i problemi di salute di Berlusconi

I problemi di salute del presiedente rossonero, Silvio Berlusconi, potrebbero portare ad un sensibile prolungamento della trattativa per la cessione del Milan.

di Donato Bulfon, @DonatoBulfon
Adriano Galliani Silvio Berlusconi Milan

I problemi di salute del presiedente rossonero, Silvio Berlusconi, potrebbero portare ad un sensibile prolungamento della trattativa per la cessione del Milan.

Secondo lastampa.it, oltre agli intoppi imprevisti dal problema cardiaco del presidente, Fininvest e l’advisor Sal Galatioto, sono ancora al lavoro su diversi fronti, e ci vorrà ancora del tempo per definire al meglio i dettagli sia tecnici che legali della trattativa. Non solo, sarebbe stato chiesto al fondo cinese un approfondimento sugli investimenti per la squadra non ancora arrivato, con ulteriori viaggi in Italia che non verranno programmati e la cancellazione della data del 15 giugno come scadenza della trattativa esclusiva. In questo modo verrà chiesto uno slittamento delle date di almeno quindici giorni, con forte pessimismo che trapela da fonti vicine a Berlusconi.

 

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Le condizioni di salute di Silvio Berlusconi

Le ultime novità sulla possibile cessione del Milan

Le parole di Brocchi a Sky sul futuro del Milan

Il possibile futuro di Carlos Bacca

Le novità, dal Cile, su Manuel Pellegrini

SEGUICI:

Su Facebook

Su Twitter

Sulla nostra nuova ‘App’

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy