Cessione Milan, Bellinazzo frena: “I nomi sono ancora segreti”

Il noto giornalista esperto di Sport e finanza, Marco Bellinazzo, prova a fare chiarezza sulla trattativa per la cessione del Milan in Cina

di Edoardo Lavezzari, @Edolave
Silvio Berlusconi Milan

Sono ore frenetiche per il Milan. Fininvest avrebbe deciso di cedere il club e anche Silvio Berlusconi starebbe iniziando a entrare nell’ottica di vendere, completamente, la squadra di cui è stato proprietario per 30 anni. Tanti, tantissimi i nomi coinvolti, soprattutto in Cina. Come detto sono ore frenetiche e in mattinata si è parlato di una presunta chiusura tra Fininvest e il gruppo Alibaba, guidato dal miliardario cinese Jack Ma. Poi è spuntata Hutchison Whampoa, guidata da Li Ka Shing, altro colosso dell’industria non solo cinese, ma addirittura mondiale.

A fare chiarezza o almeno a provarci, è stato oggi il noto giornalista Marco Bellinazzo che, ai microfoni di Radio 24, ha spiegato: “Da Fininvest filtra grandissima riservatezza sull’identità dei soggetti che potrebbero comprare il Milan. Si vogliono evitare trappole mediatiche, gli acquirenti verranno resi noti solo quando ci sarà il via libera all’accordo. Ora si gioca sull’identikit, si è parlato di Jack Ma, di Alibaba, che sta aiutando il governo cinese per rivoluzionare il mondo del calcio. Non mi meraviglia che questi nomi vengano accostati al Milan. Se vogliamo fermarci a dati certi, c’è un’ offerta è per la maggioranza ed è di circa 600 milioni. Fininvest vuole vendere e Berlusconi deve decidersi. I cinesi vorrebbero chiudere entro la fine della stagione, il momento è delicato ma la svolta deve ancora arrivare.Hutchison Whampoa? E’ un altro gruppo, quello che gestisce la fusione tra 3 e Wind, è tra i gruppi industriali più importanti a livello globale, dove si casca si casca bene. Sono gruppi con grandissima liquidità, ma anche qui non ci sono conferme. In questo momento non sappiamo con certezza chi ci sia dietro all’offerta, prima o poi qualcuno beccherà il nome giusto, al momento non ci sono riscontri dagli ambienti vicini alla trattativa”.

Clicca per leggere la seconda parte dell’intervento di Marco Bellinazzo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy