Bonucci a Sky: “Peggio di così non si può fare, oggi come una sconfitta”

Bonucci a Sky: “Peggio di così non si può fare, oggi come una sconfitta”

Tutta la delusione del capitano del Milan, Leonardo Bonucci, dopo il pareggio in casa del Benevento alla prima di Gattuso da allenatore

di Edoardo Lavezzari, @Edolave

Sono parole amare quelle di Leonardo Bonucci ai microfoni di Sky Sport, dopo il pareggio contro il Benevento: “In tanti possono dire di non aver mai visto un finale così di partita, faccio i complimenti a Brignoli, ha fatto un grandissimo gol. Dispiace, volevamo iniziare il nuovo corso in ben altra maniera. In settimana abbiamo lavorato tanto da un punto di vista fisico e tattico, ma ci manca ancora qualcosa. La squadra ha voglia di uscire da questa situazione”.

La prestazione del Milan: “Come sempre c’è da lavorare, a prescindere, una partita non cambia le cose, dobbiamo lavorare sempre. C’è stata qualche situazione dubbia, anche da parte dell’arbitro, ma noi dobbiamo pensare solamente all’organizzazione sul campo e al lavoro”.

La settimana: “E’ stato un mix, quando cambi allenatore c’è sempre un po’ di dispiacere, ma poi ci siamo buttati con la testa e il corpo a seguire le novità portate da Gattuso, adesso dobbiamo continuare a lavorare, sacrificarci uno per gli altri e ripartire”.

La delusione di Gattuso: “Ha il carisma, il carattere e l’esperienza per trasmettere alla squadra la parola giusta per cambiare trend. Oggi è stato un pareggio brutto, dobbiamo ricompattarci tutti assieme, peggio di così non può essere, guardiamo avanti con positività. Quella di oggi è come una sconfitta, contavano solo i tre punti, prendere gol così al 95′ è brutto, prendiamo un punto e ripartiamo”.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Benevento-Milan: le nostre pagelle

Benvento-Milan: rivivi il match con la nostra diretta testuale

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy